Vivere bene senza mangiare sano: è possibile?

da , il

    Vivere bene senza mangiare sano: è possibile?

    Siamo cresciuti con dei principi base per un’alimentazione sana: cibi leggeri, cottura al vapore o alla griglia, poco condimenti, riduzione dei fritti e dei dolci, consumo minimo di alcool e bibite gassate etc. Le abbiamo sempre considerate regole logiche e indiscutibili, anche se non sempre facili da rispettare alla lettera. Ma cosa succederebbe se i medici cambiassero posizione e ci dicessero che possiamo essere belle e in forma anche bevendo Coca Cola o che c’è un modo per mangiare patatine fritte e hamburger senza rischi per la salute?

    A difendere le bibite zuccherate è un gruppo di ricerca scozzese della Queen Margaret University: i test hanno messo a confronto 53 donne in sovrappeso tra i 20 e i 55 anni per circa quattro settimane. Secondo i dati raccolti è emerso che consumare, ovviamente con moderazione, bevande zuccherate non ha effetti negativi sulla salute o sul peso e che i risultati sono gli stessi che si registrano nelle donne che consumano bevande dietetiche con dolcificanti e aspartame. Insomma donne: non dobbiamo più cercare l’etichetta light per sentirci meno in colpa. Ma non solo! Un gruppo di ricercatori di Londra ha perfino sostenuto che non sempre il consumo di cibo nei fast food è dannoso per la salute. La proposta è quella di distribuire nelle catene di fast food, insieme alle bustine con le salse, farmaci per curare il colesterolo, ossia statine. E’ stato calcolato che una statina riesce a tenere sotto controllo i rischi cardiovascolari connessi al consumo di un milkshake e di un cheeseburger. Ovviamente questo non ci autorizza ad abusare di certi alimenti ma, secondo questi medici, può essere una buona soluzione se non si riesce a fare a meno di patatine fritte e panini!