L’elisir d’amore: i ricercatori americani lo hanno trovato

da , il

    L’elisir d’amore: i ricercatori americani lo hanno trovato

    Non ci crederete ma è così, dei ricercatori americani hanno trovato l’elisir dell’amore. Dopo uno studio accurato su delle cavie si è giunti alla conclusione che l’affetto e la fedeltà potrebbero essere stimolati da un gene specifico.

    I ricercatori hanno constatato che, tramite l’utilizzo di un virus, gli animali sono diventati più sensibili all’ormone vasopressina. In pratica, studiando una cura per l’autismo sui topi, gli scienziati sono riusciti a produrre più maschi affettuosi e fedeli verso le femmine rispetto ai maschi non ‘trattati’.

    Il capo del progetto, il dottor Larry Young della Emory University, afferma: ‘Abbiamo osservato che quando aumentano i recettori alla vasopressina gli individui interagiscono più piacevolmente tra di loro e ciò sembra confermare il ruolo di questa zona del cervello che, nell’uomo, ‘rafforza’ le esperienze piacevoli’.

    L’esperimento è proseguito chiudendo due topi di sessi diversi nella stessa gabbia per 17 ore a cui dopo un po’ è stata aggiunta una seconda femmina, gli animali ‘trattati’ hanno mostrato delle decise preferenze per il primo partner.

    Sembra essere la prima volta che tramite un gene veicolato da un virus si riesce ad influire sui comportamenti.

    Questo è solo l’inizio ma presto ne sapremo di più. Non sarebbe male avere una pillolina da offrire ai nostri amati uomini, prima di una serata con gli amici, per farli tornare a casa un po’ prima e magari anche con un po’ di voglia di coccole in più!!!