Come pesare senza utilizzare la bilancia

da , il

    Come pesare senza utilizzare la bilancia

    La bilancia in cucina è uno strumento fondamentale per chiunque si cimenti in preparazioni che richiedano le giuste quantità di determinati alimenti, come la pizza, i dolci e così via. A volte può capitare, però, di non avere a disposizione la bilancia (perché rotta, prestata al vicino di casa, ecc.) e allora bisogna far di necessità virtù e provvedere a razionare gli ingredienti con metodi molto più casarecci, ma efficaci. Procuratevi bicchieri, cucchiai e utilizzate le vostre dita per ottenere un’alternativa valida alle unità di misura. Sulla scia del modello anglosassone..

    Partiamo con la farina, uno degli ingredienti il cui uso necessita spesso di una bilancia, a meno che non la si impieghi per le panature. Ricordate che per un bicchiere da tavola riempito di farina corrisponde a circa 150 grammi di prodotto, mentre un cucchiaio pieno ne può contenere quasi 30.

    Molto simile la situazione per lo zucchero, dove la differenza si esprime in pochissimi grammi; per lo zucchero a velo, invece, un cucchiaio pieno corrisponde a 15 grammi, stesso rapporto del burro. A proposito, sapete quanto pesa la famosa noce di burro? Tra i 20 ed i 25 grammi.

    Passiamo al latte, poiché in una tazza classica (quelle cilindriche con il manico) se ne possono versare circa 200-250 ml.

    Un bicchiere da cucina può ospitare circa 200 grammi di olio, mentre il peso della panna su un cucchiaio da cucina arriva a 12 grammi.

    Queste sono solo alcune delle innumerevoli soluzioni ai diversi pesi e misure, quando si è privi di bilancia o misurini. D’altronde, nel sistema imperiale, si utilizza lo stesso criterio, con la differenza che oggi è standardizzato e generalizzato: pensiamo ai pollici (inch), ai piedi (feet), ai cucchiai (tblspn), ai cucchiaini (teaspn) e alle tazze (cup).