Cartoni animati per bambini: i Pokemon hanno ucciso Ken?

da , il

    Cartoni animati per bambini: i Pokemon hanno ucciso Ken?

    Cosa ne è stato di Ken il guerriero, dei cavalieri dello zodiaco e dell’uomo tigre? Che fine hanno fatto Candy, Rancy la strega e Nanà supergirl? Gli 883 cantavano hanno ucciso l’uomo ragno ma sembra che i nuovi eserciti di Pokemon, Gormiti e Winks si siano alleati per fare fuori tutti i cartoni animati che hanno fatto divertire e sognare generazioni di bambini. I bambini di oggi non sono quelli che noi eravamo ieri e anche la tv per bambini si adattata ed è cambiata. Gli eroi attuali sono mostri digitali che combattono usando le più alte tecnologie d’avanguardia mentre le eroine della bambine non sono più orfanelle maltrattate ma fanciulle alla moda e un po’ frivole.

    Dimenticate Heidi sui monti: oggi le protagoniste dei cartoni si muovono nelle metropoli. Un libro del 1994 scritto dallo storico di animazione Jerry Beck e intitolato ‘The 50 Greatest Cartoons: As Selected by 1,000 Animation Professionals’, presentava una lista dei 50 cartoni animati considerati i più belli di tutti i tempi. Molti di questi ormai sono personaggi perfettamente sconosciuti per i bambini che sognano l’isola di Gorm ignorando Lupin o Lady Oscar. Quello che manca nei cartoni di oggi è una costruzione dello sfondo, un’ambientazione che aiuta anche a caratterizzare i personaggi e che magari da piccoli non si percepisce ma che poi fa in modo che il cartone venga apprezzato anche quando si è più grandi. Prendiamo ad esempio proprio Lady Oscar e la Rivoluzione francese oppure tutti gli eroi della cultura millenaria giapponese. Chi sono invece i Pokemon? Da dove vengono? Che spessore hanno questi personaggi e soprattutto quale valenza educativa trasmettono? Nessuna, e probabilmente da grandi i nostri figli non li ricorderanno con la stessa nostalgia con cui noi pensiamo a Mila e Shiro o a Holly e Benji.