Mensa scolastica, al via al piatto unico nel nord Italia

da , il

    Mensa scolastica, al via al piatto unico nel nord Italia

    Il 2011 inizia con una modifica importante nei menu delle mense scolastiche, fino ad oggi ai nostri bambini veniva proposto un menu composto da primo piatto, secondo, contorno e frutta di stagione, ora invece, in molti comuni italiani, arriva il piatto unico. Il motivo? Risparmiare. Un’altra giustificazione è anche che ‘L’Italia è uno dei pochi paesi al mondo che è ancora legato alla doppia portata, ci si può adeguare agli altri’. Vediamo i particolari dopo il salto.

    Ogni regione ha deciso di intervenire in maniera differente, il punto comune in ogni caso è che se ben equilibrato, il pasto di mezzogiorno, può essere tranquillamente composto da un piatto unico. I menu tipo sono:

    Menu Scuola Materna

    70 grammi di pasta, 50 grammi di verdura, 1 cucchiaio d’olio, 1 frutto.

    Menu Scuola Primaria

    1 porzione di spinaci, 1 cucchiaio di olio, 1 piatto di formaggi, 1 rosetta, 1 frutto.

    Menu Scuola secondaria di primo grado

    80 grammi di pane, 1 porzione di pesce o carne, 2 cucchiai d’olio, 2 frutti.

    In molte città, per risparmiare, si è anche deciso di rinunciare al biologico come a Roma o a Padova, mentre a Palermo per esempio si annuncia un menu bio-mediterraneo decisamente in controtendenza o a Brescia si porta avanti l’iniziativa del cibo a Km zero con imballi minimi.

    Il piatto unico sarà proposto tre volte al mese a Milano, tre volte alla settimana a Padova, nelle altre città si sta decidendo come introdurre il nuovo provvedimento.

    Per adesso la notizia non è piaciuta ai genitori ‘Se il piatto unico viene introdotto come forma di risparmio, il rischio per la qualità è forte‘ dice una mamma di Milano. Sono molti però i nutrizionisti che appoggiano questa nuova tendenza, il problema è la minor scelta che avrebbero i nostri piccoli.

    Mamme, voi cosa ne pensate?