Salvatore Ferragamo scarpe in pied de poule (Foto)

1 di 9
    continua
    https://donna.nanopress.it/moda/fotogallery/salvatore-ferragamo-scarpe-in-pied-de-poule_10091.html
    Icon shoes by Ferragamo
    Icon shoes by Ferragamo. Sono le scarpe più iconiche di questa stagione autunno/inverno 2011 - 2012, sono le scarpe pied de poule di Salvatore Ferragamo. Questo modello ha conquistato moltissime star a partire da Lady Gaga che solo poco tempo fa ha sfoggiato un total look pied de poule firmato Salvatore Ferragamo. Nella gallery troverete alcuni dei modelli di scarpe pied de poule di Ferragamo e quale celebrity style. Enjoy!

    Icon shoes by Ferragamo

    Sono le scarpe più iconiche di questa stagione autunno/inverno 2011 - 2012, sono le scarpe pied de poule di Salvatore Ferragamo. Questo modello ha conquistato moltissime star a partire da Lady Gaga che solo poco tempo fa ha sfoggiato un total look pied de poule firmato Salvatore Ferragamo. Nella gallery troverete alcuni dei modelli di scarpe pied de poule di Ferragamo e quale celebrity style. Enjoy!

    Sono le scarpe più iconiche di questa stagione autunno/inverno 2011 - 2012, sono le scarpe pied de poule di Salvatore Ferragamo. Questo modello ha conquistato moltissime star a partire da Lady Gaga che solo poco tempo fa ha sfoggiato un total look pied de poule firmato Salvatore Ferragamo. Nella gallery troverete alcuni dei modelli di scarpe pied de poule di Ferragamo e quale celebrity style. Enjoy!

    Décolleté pied de poule, Ferragamo

    Décolleté pied de poule, Ferragamo

    Décolleté con punta nera

    Décolleté con punta nera

    Scarpe pied de poule Ferragamo

    Scarpe pied de poule Ferragamo

    Adv Ferragamo

    Adv Ferragamo

    Evan Rachel, scarpe Ferragamo pied de poule

    Evan Rachel, scarpe Ferragamo pied de poule

    Rihanna con scarpe Ferragamo pied de poule

    Rihanna con scarpe Ferragamo pied de poule

    Total pied de poule per Lady Gaga in Ferragamo

    Total pied de poule per Lady Gaga in Ferragamo

    Editoriale

    Editoriale