Ipotiroidismo: sintomi e cura

da , il

    Ipotiroidismo: sintomi e cura

    La tiroide è l’organo deputato alla produzione degli ormoni tiroxina (T4) e triiodotironina (T3), molto importanti per il metabolismo e il corretto funzionamento di tutti gli organi. Il ridotto funzionamento della tiroide (ipotiroidismo) in Italia riguarda circa un milione di persone e in otto casi su dieci si tratta di donne. Le cause più comuni di ipotiroidismo sono la carenza di iodio (generalmente associato all’aumentare di volume della tiroide e che può essere prevenuto semplicemente con il consumo di sale iodato) e la tiroidite di Hashimoto (in questo caso il sistema immunitario produce anticorpi contro alcuni costituenti della ghiandola tiroidea).

    Diversi sono i sintomi attraverso cui possiamo individuare l’ipotiroidismo: senso di stanchezza, riduzione della memoria e dell’attenzione, aumento di peso (3-5 chili), gonfiore del volto, freddolosità, pelle secca e di colorito giallastro, caduta dei capelli ma anche stitichezza. Nelle donne, poi, le mestruazioni sono più frequenti ed abbondanti e può esserci anche una diminuzione della libido. Nelle donne in postmenopausa, invece, l’ipotiroidismo si manifesta spesso con depressione.

    Infine, possono comparire ingrossamento del cuore con riduzione della sua contrattilità e della frequenza dei battiti e aumento del colesterolo ‘cattivo’. Sarebbe opportuno controllare periodicamente la tiroide ma, in particolar modo, durante la gravidanza, negli adolescenti e dopo la menopausa. Per curare l’ipotiroidismo si può intervenire con un trattamento sostitutivo a base di compresse di ormoni tiroidei. Nei casi dovuti alla carenza di iodio è opportuno ristabilire anche il corretto apporto di quest’ultimo mentre la tiroidite di Hashimoto può associarsi ad altre malattie come il diabete che vanno ugualmente trattate se presenti.