Come riciclare le saponette usate: 5 buone idee

da , il

    Come riciclare le saponette usate: 5 buone idee

    Vi siete mai domandate come riciclare le saponette usate? Quelle lingue di sapone che giacciono nel porta saponette del bagno fino a quando non decidiamo di cambiarle, perché se ci pensate le saponette non vanno mai consumate fino in fondo…

    Ebbene, in questo post voglio darvi 5 suggerimenti su come riciclare le saponette usate per restituire loro nuova vita e continuare ad utilizzarle anche quando diventano quasi trasparenti.

    1. Il primo suggerimento su come riciclare le saponette usate è quello di farne altre saponette. In questo caso quello che dovete fare è semplicemente ridurle in scaglie avvalendovi di una grattugia, metterle in un pentolino di acciaio inox e aggiungere acqua o latte. Dopo di che lasciatele riposare una notte intera. Il giorno dopo sciogliete il composto ottenuto a bagnomaria aggiungendo di tanto in tanto acqua o latte per renderlo più cremoso. Quando lo giudicherete ‘buono‘ versate il composto in alcuni stampi e lasciate asciugare al sole per 2-3 giorni. Dopo di che potrete finalmente togliere le nuove saponette ottenute dagli stampi e lasciarle asciugare ancora per per un altro giorno prima di utilizzarle nuovamente.

    2. Un’altra idea su come riciclare le saponette usate è quella di farne uno scrub da fare sotto la doccia. Tutto quello che vi occorre in questo caso è un pezzo di yuta (o cotone grezzo) col quale confezionare un sacchettino semplice da riempire col sapone ridotto a scaglie (per far questo servitevi della solita grattugia da cucina). A questo punto basta chiudere il sacchetto e utilizzarlo proprio come se fosse una spugna sul corpo durante il bagno o la doccia, la vostra pelle risulterà morbidissima!

    3. Una buona dritta su come riciclare le saponette usate è quella di utilizzarle per profumare la biancheria riposta nei cassetti e negli armadi. Dovete semplicemente lasciare asciugare la saponetta, ridurla in scaglie e racchiuderle in una retina o in sacchetto traspirante di cotone o altro materiale come la yuta: in questo modo avrete ottenuto degli ottimi deodoranti per la biancheria.

    4. Esistono anche delle maniere creative che suggeriscono come riciclare le saponette usate. Per esempio se siete delle appassionate di découpage potete utilizzare i pezzetti delle vecchie saponette, come base per realizzare il vostro découpage, decorandole variamente con piccole figure ritagliate da giornali, riviste o vecchie fotografie.

    5. Infine, il modo più semplice per riciclare le saponette usate è ricavarne del sapone liquido. Il procedimento è simile a quello per ottenere nuove saponette. Dovete riprendere la solita grattugia da cucina e ridurre i pezzetti di saponetta in piccole scaglie, quindi aggiungere una quantità sufficiente d’acqua, scaldare il composto a bagnomaria, facendolo diventare liquido e sufficientemente omogeneo, dopo di che lasciarlo intiepidire, saltare il passaggio che prevede il fatto di doverlo versare negli stampi e riporlo, invece, direttamente in un pratico dispenser da sapone liquido.