Bambini indaco: chi sono e come si riconoscono

da , il

    Bambini indaco: chi sono e come si riconoscono

    Chi sono e come si riconoscono i bambini indaco? Il termine bambini indaco fu coniato per la prima volta negli anni 80 dalla psicologa Nancy Ann Tappe nel suo libro “Understanding Your Life Through Color” (“Capire la vostra vita attraverso il colore”). Questa psicologa sosteneva di riuscire a vedere l’aura delle persone, cioè quell’alone che le circonda e che ha un colore diverso per ciascuno. Secondo lei, alcuni bambini avevano un’aura di un colore del tutto diverso, mai visto prima. Si trattava, cioè, dei “bambini blu indaco”, dotati di particolari capacità e, secondo lei, venuti al mondo per portare cambiamenti rivoluzionari per la specie umana. Ma, come si riconoscono i bambini indaco?

    Come si riconoscono

    Come anticipato, secondo la teoria dei bambini indaco, essi sarebbero dotati di capacità e quasi “poteri” superiori rispetto alla razza umana. Le doti in questione sarebbero soprattutto di natura psichica. In particolare, i bambini indaco, sarebbero rispetto agli altri: iperattivi, ipersensibili, creativi, ribelli ad ogni forma di regola imposta dall’esterno e dotati di empatia. Infine alcuni di essi avrebbero anche la capacità di parlare con gli angeli. Data la molteplicità di caratteristiche descritte, ci sarebbero in realtà diverse tipologie di bambini indaco. Tra questi, il tipo “umanista”, particolarmente iperattivo e destinato a svolgere la sua attività a stretto contatto con le masse. Si tratterebbe, insomma, dei medici, gli avvocati, gli insegnanti, i commercianti e i politici del domani. Il secondo tipo di bambino indaco è quello definito “concettuale”, perchè più interessato ai progetti che alle persone; si tratterebbe, quindi, degli ingegneri, gli architetti, i designer, gli astronauti e i militari di domani. Questi bambini possono rivelarsi atletici fin da piccoli, così come appaiono maggiormente interessati alle questioni pratiche. Infine, è stato individuato il bambino indaco “artista”, che è il più sensibile e spesso fisicamente minuto. Sono bambini più orientati verso l’arte e quindi particolarmente creativi. Nel mondo, probabilmente, la loro occupazione sarà legata proprio alle belle arti (cinema, teatro, pittura, musica).

    Chi sono

    Ma, perchè esisterebbero questi bambini dall’aurea particolare? Secondo i sostenitori della teoria dei bambini indico, questi essere speciali avrebbero il compito di portare avanti una serie di cambiamenti nella razza umana, per la costruzione di un mondo senza guerre e inquinamento. Insomma, un progetto tutto positivo. Voi, cosa ne pensate?

    Scopri se tuo figlio è un bambino indaco, inizia il test!