Psicomotricità bambini, esercizi e giochi da fare insieme a casa

Psicomotricità bambini, esercizi e giochi da fare insieme a casa
da in Bambino, Giochi Bambini, Mamma
Ultimo aggiornamento:
    Psicomotricità bambini, esercizi e giochi da fare insieme a casa

    La psicomotricità nei bambini è diventata ormai fondamentale per la loro crescita ecco perchè degli esercizi e dei giochi da proporre sono fondamentali, non solo a scuola ma anche a casa. L’educazione psicomotoria nacque all’inizio del secolo scorso per integrare il trattamento di problemi ‘mentali’ attraverso l’uso del corpo, in seguito è stata rielaborata non solo come metodo ri-educativo ma anche come vero e proprio metodo educativo per la crescita del bambino. La psicomotricità è una tecnica educativa che tende a sostenere e stimolare il bambino in quel lavoro che porta dal fantastico al reale, dall’egocentrismo alla socializzazione in un’ottica non di contrapposizione ostile, ma di differenziazione, azione pratica e riconoscimento. Ecco dei giochi e degli esercizi da fare con il bambino.

    Gli esercizi di psicomotricità favoriscono il delicato processo di socializzazione che i bambini vivono dai 0 ai 6 anni. Si impara, anche grazie a questi giochi, una migliore capacità di controllo e autocontrollo del corpo.

    Gli obiettivi centrali della psicomotricità sono:

    • la stimolazione al fare, tramite attività di imitazione, o la ripetizione di sequenze ritmiche ed esecuzioni di giochi motori;
    • la sollecitazione alla ricerca, con la sperimentazione di nuovi movimenti e la ricerca di elementi nuovi nell’esecuzione delle attività;
    • la comunicazione, tramite attività di interazione, confronto, autonomia, accrescimento dell’autostima, codifica e decodifica dei messaggi secondo un sistema convenzionale di regole;
    • le conoscenze, tramite la conoscenza dello schema corporeo, individuazione delle proprie possibilità fisiche e di movimento. Si acquisiscono inoltre competenze organizzative dello spazio e del tempo, oltre all’importante conquista delle capacità di equilibrio e coordinazione.

    Esercizi di psicomotricità

    In effetti si tratta di semplici giochi educativi, anche perchè se non fossero tali i bambini li prenderebbero come dei noiosi compiti, invece in questo modo ci si divertirà ed allo stesso tempo loro impareranno molto del loro corpo e del mondo che li circonda.

    • La cannucce nelle bottiglie: prendete una bottiglia di plastica e delle cannucce, tagliate le cannucce e chiedete al bambino di infilarle nella bottiglia, il gioco gli piacerà. Potrete proporre questo gioco dai tre anni.
    • Il ballo del giornale: vi serviranno un lettore di musica, della musica, dei fogli di giornale o di carta velina colorata.

      Sarà meglio giocare il più d’uno. ogni bambino dovrà ballare sudi un foglio, senza mai mettere i piedi fuori; ogni volta che la musica si fermerà il foglio dovrà essere piegato a metà.

    • Il sacco delle forme: vi serviranno un sacchetto possibilmente di stoffa e vari oggetti che il bambino possa toccare, manipolare e identificare. Fate infilare la manina nel sacchetto e toccare gli oggetti, dovrà indovinare quali sta toccando.
    • Trova il rumore: un tamburello o un oggetto che faccia rumore, benderete il bambino e farete il suono lui dovrà dirigersi da dove esso viene. Oltre a far indovinare al bambino da dove viene il suono potrete anche fargli indovinare da cosa è prodotto.
    • Chi cerca trova: osservare la stanza insieme al bambino, poi fargli chiudere gli occhi e spostare qualcosa, fargli aprire gli occhi e dirgli di indovinare cos’è cambiato.

    603

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BambinoGiochi BambiniMamma Ultimo aggiornamento: Martedì 13/09/2011 11:12
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI