Stevia: proprietà, benefici e controindicazioni

da , il

    Stevia: proprietà, benefici e controindicazioni

    La stevia ha tante proprietà e benefici. Le controindicazioni, però, esistono, perciò vanno osservate scrupolosamente le raccomandazioni sulla sua assunzione. La stevia è una pianta con un elevato potere dolcificante (tre volte superiore a quello del saccarosio), ma è priva di calorie. Per questo, essa può essere utilizzata nelle diete dimagranti, ma anche dai diabetici. Ma, quali sono le proprietà e le controindicazioni di questo dolcificante naturale?

    Proprietà e benefici

    La stevia può essere utilizzata come dolcificante da chi soffre di diabete. Essa, infatti, non genera picchi glicemici (cioè aumento della concentrazione degli zuccheri nel sangue), come accade con l’utilizzo dello zucchero bianco raffinato (che secondo alcune ricerche sarebbe anche nocivo per la salute). Oltre che ai diabetici, lo stevia può essere utile a chi vuole perdere peso, perchè il potere dolcificante di questa pianta è a zero calorie; per 100 grammi di prodotto, infatti, le calorie apportate sono pari a zero. Oltre a questi classici utilizzi della stevia, pare anche che, secondo recenti ricerche scientifiche, essa abbia proprietà antitumorali, antifungine, antinfiammatorie ed immunomodulanti. Sembra anche che, a differenza degli altri zuccheri, il consumo di stevia non comporti la formazione della placca e delle carie dentali. Infine, questo dolcificante naturale avrebbe anche un effetto antipertensivo e sarebbe in grado di regolare i meccanismi della fame (bevendo una tisana almeno venti minuti prima dei pasti, si avverte una sensazione di sazietà che induce a consumare una minore quantità di cibo).

    Controindicazioni

    Alcuni studiosi avevano avanzato l’ipotesi che la stevia fosse cancerogena. Tuttavia, sia la Fao che l’Organizzazione Mondiale della Sanità, hanno ribadito più volte la non pericolosità di questa pianta. Insomma, essa non avrebbe alcun effetto cancerogeno. Non a caso, a partire dal 2010, sia in Europa che in Italia, è stata autorizzata anche la sua commercializzazione come additivo alimentare. Per lo stesso motivo, possiamo acquistarla anche in erboristeria, sotto forma di gocce o di pasticche. Per quanto riguarda le controindicazioni, invece, esse non sono rilevanti e più che altro sono legate al suo consumo eccessivo. Se assunta in quantità importanti, infatti, la stevia può causare (come gli altri dolcificanti) ipotensione o ipoglicemia. Per quanto riguarda il suo utilizzo in gravidanza e allattamento, infine, non sono state riscontrate controindicazioni in tale senso. Insomma, la stevia è tra i rimedi naturali più validi per sostituire lo zucchero bianco, più calorico e, secondo alcuni, anche meno salutare; scoprite anche come coltivarla in casa.