Allergie alimentari nei bambini: sintomi e alimenti a rischio

da , il

    Allergie alimentari nei bambini: sintomi e alimenti a rischio

    Diversi sono i sintomi delle allergie alimentari nei bambini. Ma, quali sono gli alimenti più a rischio? Le allergie alimentari nei bambini sono in crescita e gli alimenti responsabili sono parecchi. Si tratta di allergie che non devono essere sottovalutate perché, anche se nella maggior parte dei casi hanno conseguenze lievi, possono avere effetti rilevanti (come lo shock anafilattico). In questi casi le allergie alimentari si manifestano in modo violento e del tutto inaspettato e richiedono l’immediato intervento del Pronto Soccorso.

    Cause

    Perché le allergie alimentari tra i bambini sono in aumento? Le cause sono diverse. Oltre a dipendere dall’ereditarietà (cioè dal fatto di avere dei precedenti di allergia in famiglia) e da uno svezzamento non corretto, esse dipendono anche dal fatto che consumiamo, rispetto al passato, cibi sempre più elaborati, ricchi di sostanze chimiche e, invece, poca frutta e verdura. Non è un caso che le allergie alimentari tra i bambini si siano diffuse negli ultimi anni soprattutto nei paesi occidentali industrializzati.

    Sintomi

    I sintomi delle allergie alimentari nei bambini sono molti. Tra questi: lo shock anafilattico (che è la conseguenza estrema), ma anche l’asma e le difficoltà respiratorie, la rinite, la nausea, il vomito e i dolori addominali. Ancora, tra gli altri sintomi, l’orticaria, la tachicardia (aumento del battito cardiaco) o, al contrario, la bradicardia (cioè il rallentamento del battito cardiaco). Il sintomo più grave è, comunque, lo shock anafilattico che, spesso, segna l’inizio delle altre manifestazioni sintomatiche dell’allergia alimentare nei bambini. Per qualsiasi dubbio, comunque, anche in merito agli esami per la diagnosi delle allergie alimentari, meglio chiedere un parere al pediatra.

    Cure e alimenti a rischio

    Purtroppo, una volta diagnosticata l’allergia da parte del medico, non ci sono particolari terapie per trattare le allergie alimentari, anche nei bambini. Per evitare reazioni cutanee o di altro tipo, quindi, l’unico consiglio che si può dare è quello di evitare l’assunzione dell’alimento che provoca la reazione allergica. Per quanto riguarda gli alimenti che più di sovente causano le allergie nei più piccoli, questi sono per lo più: il latte vaccino, le uova e la frutta secca, in particolare le noci, le nocciole e gli arachidi.

    Scopri anche se il tuo bambino è allergico al glutine oppure se ha un’allergia non alimentare, come quella ai fastidiosi acari della polvere!