Carenza di potassio: sintomi, cause e rimedi naturali

da , il

    Carenza di potassio: sintomi, cause e rimedi naturali

    I sintomi e le cause della carenza di potassio sono diversi. Tra i rimedi naturali, invece, l’alimentazione che consente di integrare il giusto fabbisogno di questo minerale. Il potassio, infatti, è un microelemento essenziale per il corretto funzionamento delle nostre cellule e per il benessere del nostro organismo. Serve, in particolare, a garantire una buona funzionalità di nervi e muscoli. Tuttavia, una dieta poco equilibra, l’essere affetti da qualche patologia o l’assunzione di determinati farmaci, possono determinare una sua carenza, detta anche ipokaliemia o ipopotassiemia. Ma, quali ne sono i sintomi?

    Sintomi

    Si parla di carenza di potassio quando, dagli esami del sangue, risulta una concentrazione di questo minerale minore di 3,5 milliequivalenti per litro. I sintomi, in questi casi, possono essere:

    - crampi muscolari, delle gambe in particolare;

    - debolezza muscolare;

    - stanchezza e sonnolenza;

    - stitichezza;

    - scarsa prontezza nei riflessi;

    - difficoltà a concentrarsi;

    - edemi;

    - insonnia;

    - ritenzione idrica;

    - inappetenza.

    Nel caso di concentrazioni di potassio molto basse possono aversi anche sintomi più importanti, quali:

    - alterazione dei battiti cardiaci;

    - respiro affannoso;

    - aumento della produzione di urina.

    Ma, quali sono le cause della carenza di potassio?

    Cause

    Tra le cause della carenza di potassio:

    - forte sudorazione (soprattutto in estate);

    - assunzione di lassativi,

    - vomito e diarrea;

    - assunzione di farmaci diuretici per il controllo della pressione arteriosa;

    - dieta povera di frutta e verdura;

    - dieta ricca di sale o zuccheri;

    - abuso di sostanze quali alcol e caffè;

    - patologie renali.

    Rimedi naturali

    Quando alla base della carenza di potassio non vi è una patologia particolare, l’integrazione di questo minerale può essere fatta con un’alimentazione adeguata. Si raccomanda, dunque, di limitare il consumo di zucchero, sale, caffeina e alcol. Di contro, si consiglia di assumere quegli alimenti che contengono più potassio. Tra questi:

    - banane;

    - riso, orzo, frumento e farro;

    - patate;

    - nocciole e mandorle;

    - pere;

    - albicocche;

    - uva;

    - cavoli;

    - porri;

    - spinaci;

    - carciofi;

    - tutti i legumi.

    Qualora la dieta non dovesse rivelarsi sufficiente a garantire il giusto apporto di potassio, si raccomanda di assumere un integratore, anche naturale (come il lievito di birra). In estate, poi, la sudorazione eccessiva andrebbe sempre compensata con bevande o altre soluzioni utili a reintegrare i sali minerali. Attenzione, infine, all’assunzione di alcuni farmaci (come i diuretici), che possono provocare una carenza di potassio.