Ghiandole ascellari gonfie e infiammate: cause e rimedi

Ghiandole ascellari gonfie e infiammate: cause e rimedi
da in Malattie, Salute, Tumore al seno
Ultimo aggiornamento:
    Ghiandole ascellari gonfie e infiammate: cause e rimedi

    Le ghiandole ascellari gonfie o infiammate possono essere fonte di vera e propria preoccupazione, specie per le donne, che possono paventare con questo sintomo il pericolo di un tumore al seno. E’ proprio così, oppure, come per l’ingrossamento delle ghiandole del collo, nella maggior parte dei casi, non c’è troppo da preoccuparsi? Partiamo col dire che le ghiandole o linfonodi ascellari fanno parte del più complesso sistema linfatico e sono parte integrante del nostro sistema immunitario. Nel nostro corpo si contano circa 600 di queste ghiandole e quelle situate sotto le ascelle sono circa una trentina. E’ proprio in queste preziose ghiandole che stazionano i globuli bianchi che, quando c’è un attacco da parte di virus o batteri patogeni, si gonfiano proprio per l’afflusso maggiore di globuli in queste zone.

    Ghiandole ascellari gonfie e infiammate: le cause

    Gonfiore alle ascelle e allattamento

    La causa principale dell’ingrossamento delle ghiandole ascellari è quindi un’infezione in corso provocata da virus o batteri. L’ingrossamento di questi linfonodi, e di queste ghiandole in genere, va quindi interpretato come la spia di una diversa problematica, da rintracciare con l’aiuto del medico. Le infezioni possono essere le più disparate, da quelle più blande alle problematiche più complesse. Si va da semplici infezioni alle orecchie o ascessi ai denti, alla mononocleosi fino alle patologie più importanti come il virus dell’HIV e i tumori, anche in fase di metastasi. E’ necessario quindi non allarmarsi subito se le ghiandole in prossimità delle ghiandole sudoripare appaiono doloranti, gonfie, ingrossate o infiammate al tatto e alla vista. Generalmente si tratta di infezioni banali e solo raramente di problematiche più serie. Tuttavia, soprattutto quando l’ingrossamento delle ghiandole persiste per diversi giorni o è accompagnato ad altri sintomi come la febbre, è necessario rivolgersi al medico, che indica tutti gli accertamenti del caso. Tra le altre cause blande dell’infiammazione delle ghiandole ascellari anche l’utilizzo di un deodorante troppo aggressivo; per questo sarebbe preferibile utilizzare quelli senza alcol.

    Infine, nelle donne, anche il periodo dell’allattamento può coincidere con un ingrossamento dei linfonodi ascellari. In questo caso non sempre è la spia di una mastite o altri disturbi al seno, ma può dipendere semplicemente da una produzione abbondante di latte materno. Stesso discorso per il periodo della gravidanza, quando il seno inizia ad aumentare di volume. Comunque, anche in questi casi di non eccessiva preoccupazione, è sempre meglio consultare il medico.

    Ghiandole ascellari gonfie e infiammate: i rimedi

    linfonodi ascellari

    Venendo ai rimedi in caso di ghiandole ascellari gonfie e infiammate, come anticipato, la soluzione è quella di ricercare la vera causa dell’ingrossamento o infiammazione, di qualsiasi natura essa sia. Per le donne sarebbe opportuno limitare anche le cerette e le depilazioni in questa parte delicata, che possono essere ugualmente fonte di infiammazione per queste ghiandole.

    644

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN MalattieSaluteTumore al seno Ultimo aggiornamento: Martedì 09/04/2013 13:07
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI