Tisane per la cistite: rimedi naturali per combattere l’infezione

Tisane per la cistite: rimedi naturali per combattere l’infezione
da in Gravidanza, Salute
Ultimo aggiornamento:
    Tisane per la cistite: rimedi naturali per combattere l’infezione

    Avete mai utilizzato le tisane per curare la cistite? Come molti sanno la cistite è un disturbo che colpisce frequentemente le donne e che può essere evitata e curata anche con la giusta alimentazione: evitare del tutto i cibi irritanti, piccanti, i dolci, le spezie, le fritture, il caffè, gli alcolici, e prediligere, invece, cibi leggeri, drenanti, ma soprattutto bere molto: acqua prima di tutto, ma anche tisane e infusi, che uniscono alle proprietà drenanti dell’acqua anche le proprietà delle erbe, da scegliere con cognizione per prevenire e curare la cistite.

    La cistite si presenta molto spesso in gravidanza, un momento in cui è meglio evitare di assumere medicine. Ecco che in questo caso, più che mai, sarà fondamentale regolare l’alimentazione in modo da prevenire e curare la cistite, inserire alimenti che contengono molto potassio, come frutta e verdura, e le tisane ad hoc. Durante la gravidanza, anche prima di consumare le tisane, sarà bene sempre chiedere consiglio al medico o al farmacista poiché alcune erbe o infusi potrebbero non essere indicate, come ad esempio l’uva ursina.

    Di seguito le tisane e gli infusi più comuni da utilizzare in caso di cistite. In commercio sono presenti tisane già preparate con un mix di erbe utili a curare il disturbo, ma è possibile anche acquistare direttamente le erbe o le foglie in erboristeria e preparare la tisana in casa, lasciando le erbe in infusione per dieci minuti circa.

    La tisana al mirtillo rosso è la tisana più comunemente usata per combattere o prevenire la cistite. Grazie alle sue proprietà antinfiammatorie, il mirtillo rosso, anche noto come cramberry, è in grado di bloccare l’infezione all’origine ed evitare soprattutto che si ripresenti nel tempo.

    La tisana alla malva viene spesso utilizzata in caso di cistite e ha proprietà disinfiammanti. La malva viene utilizzata spesso nella medicina omeopatica per combattere diversi tipi di disturbi ed è una pianta molto comune e semplice da reperire, può essere coltivata anche in vaso.

    Per la tisana è possibile utilizzare i fiori di malva freschi o essiccati, nel caso di fiori e foglie fresche basterà farli bollire in acqua per circa dieci minuti e poi filtrare. I fiori essiccati possono essere, invece, lasciati in infusione in acqua calda. Se si tratta di un caso di cistite non molto grave sarà possibile notare i miglioramenti già in pochi minuti, grazie alle sue proprietà lenitive.

    Altra pianta capace di dare immediato sollievo in caso di cistite è l’ortica, da utilizzare sia quando la cistite presenta i primi sintomi, che per prevenire la cistite ricorrente. Ha forti proprietà diuretiche e per preparare una tisana efficace è necessario solo acquistare le foglie secche, da lasciare in infusione per dieci minuti in acqua calda.

    Una pianta molto indicata per la cura di infezione alle vie urinarie è anche l’uva ursina, di cui vengono utilizzate le foglie per la preparazione di tisane o di integratori, spesso associati al mirtillo rosso o al corbezzolo. Proprio nelle foglie, infatti, sono contenuti i principi attivi che aiutano in caso di cistite, come l’arbutina, con le sue proprietà antibatteriche, e l’idrochinone.

    Non si può, poi, dimenticare la calendula per la cura della cistite, grazie alle sue proprietà antimicrobiche. La si trova spesso in abbinamento alla malva o all’erica nelle tisane curative già pronte in erboristeria.

    734

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN GravidanzaSalute
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI