Ulcera allo stomaco: sintomi, cause e rimedi naturali

da , il

    Ulcera allo stomaco: sintomi, cause e rimedi naturali

    L’ulcera allo stomaco ha diversi sintomi. Ma, quali sono le cause e i rimedi naturali in questi casi? L’ulcera è una ferita, più o meno superficiale, che si può formare sulla mucosa interna dello stomaco. Essa, nella maggior parte dei casi, genera bruciore e cattiva digestione. Perciò, molto può fare la dieta, che deve prevedere alcuni alimenti e limitarne altri.

    Sintomi

    I sintomi più comuni dell’ulcera allo stomaco sono il dolore e il bruciore, che si manifestano soprattutto dopo i pasti (a differenza dell’ulcera duodenale in cui si manifestano a digiuno). Possono essere presenti anche: nausea e vomito, gonfiore addominale, difficoltà digestive, anemia, perdita di peso, flatulenza, stanchezza e presenza di sangue nelle feci. Questi sintomi dell’ulcera tendono a presentarsi per periodi che durano da uno a due mesi, soprattutto in primavera ed autunno.

    Cause

    L’ulcera allo stomaco è un’erosione, una ferita, delle pareti interne dello stomaco. Ovviamente, può insorgere in qualunque zona di questo. Al manifestarsi dei sintomi è bene intervenire subito con la cura più appropriata perchè altrimenti si aggrava, estendendosi anche alla sottomucosa e arrivando, nei casi più gravi, a creare un vero e proprio “buco” nello stomaco (una perforazione). Per quanto riguarda le cause che la determinano, esse sono per lo più: l’Helicobacter Pilori, una cattiva alimentazione, l’abuso di alcool e alcuni farmaci (soprattutto antinfiammatori FANS), il fumo di sigaretta, lo stress, l’ansia e la sedentarietà. Infine, anche l’ereditarietà e l’età (soggetti con più di 50 anni) possono giocare un ruolo importante e rappresentare fattori di rischio.

    Rimedi naturali

    Come si cura l’ulcera gastrica? E, cosa mangiare in questi casi? A chi scopre di avere un’ulcera allo stomaco si consiglia, anzitutto, di smettere di fumare, di bere e di prendere troppi anti-infiammatori (come l’ibuprofene o l’aspirina). La dieta, invece, deve essere leggera, per non affaticare ulteriormente lo stomaco. Meglio evitare, quindi, gli alimenti pesanti, fritti, grassi o conservati (sott’olio, sotto sale, sott’aceto o affumicati), ma anche quelli acidi (come il pomodoro) e difficili da digerire. Sì, invece a: riso, pane integrale (più ricco di fibre), carne e pesce magri (cotti in modo leggero e conditi a crudo), zucchine, carote e patate (lesse o al vapore sono ottime in questi casi), cavoli, mele, pere, banane e olio extravergine di oliva per condire. In ogni caso, si consiglia anche di mangiare con moderazione, evitando i pasti troppo ricchi. In alcuni casi, infine, per curare l’ulcera (quando è di origine batterica) il medico può prescrivere anche degli antibiotici o anche degli antiacidi (per alleviare i sintomi).