7 tipi di uomini da frequentare solo una volta

da , il

    7 tipi di uomini da frequentare solo una volta, ovvero quegli esemplari maschili da cui sarebbe meglio tenersi alla larga per una relazione ufficiale, utili però per fare esperienza. Perché sbagliando si impara (perlomeno in teoria) e soprattutto l’esperienza aiuta a schiarire le idee su quale sia l’uomo (davvero) su misura per noi. Ma prima dell’anima gemella tutte, o quasi, dobbiamo passare per 7 tipologie maschili tanto frequenti, strada facendo, quanto insidiose. Da provare e mollare!

    Il macho

    Piace per i suoi muscoli e quell’aria da spavaldo alla Marlon Brando che in certi momenti dell’esistenza manda in cortocircuito l’intero sistema cerebrale (e non solo). Il sesso funziona, perlomeno all’inizio, ma il macho è troppo concentrato su se stesso per amare davvero.

    Il bello e dannato

    Non è necessariamente muscoloso, seduce piuttosto con la sua aura misteriosa e quel fascino da cattivo ragazzo che lo rende irresistibile agli occhi delle donne irrisolte. Perché a cascare nel suo tranello sono proprie le ragazze affette da sindromi della crocerossina e cose simili. Ordinaria amministrazione a una certa età!

    Il nostro opposto

    Quello che non ha nulla, ma proprio nulla, a che vedere con noi: sei appassionata di musica e lui la detesta, ti piacciono gli spaghetti e lui non mangia pasta, insomma l’esatto opposto, su tutti i fronti. Solo una cosa funziona, il sesso. Ma è bene che il rapporto rimanga alla superficie e una volta basta e avanza.

    Scopri quali sono gli uomini da evitare

    L’appiccicoso

    E’ talmente romantico da far venire la nausea. Onnipresente nella nostra vita ci contatta almeno 20 volte al giorno, persino per sapere se abbiamo espletato dopo pranzo. E quando ci si passa del tempo insieme sembra più una sanguisuga che un fidanzato.

    Il maschilista

    All’inizio si maschera dietro un’apparenza dopotutto normale ma non appena capisce di averci in pugno, ecco che la vera personalità viene allo scoperto. E di lì in avanti è un susseguirsi di ordini ed imposizioni, tra (e fuori) le pareti domestiche.

    L’eterno adolescente

    Non vuole saperne di crescere e se in un primo momento il suo atteggiamento infantile risulta divertente, quando le cose si fanno più serie subentra un senso di affaticamento. Il suo motto è vivere alla giornata e qualunque progetto futuro lo mette in fuga.

    Il narcisista

    Tutto ruota intorno a lui, sia che si tratti di un intellettuale piuttosto che di una persona semplice. Il narcisista mette davanti a qualunque cosa (o persona) se stesso e chi non lo lusinga rischia il linciaggio. La relazione funziona finché elargisci solo complimenti, ma guai a contraddirlo.