Il desiderio femminile aumenta durante il ciclo mestruale?

Si sente spesso dire che durante il ciclo mestruale le donne non abbiano voglia di fare l'amore ma è davvero così? Stando ad alcune ricerche, il desiderio femminile, durante il ciclo mestruale, aumenta anziché diminuire. Tuttavia ogni donna è diversa, quindi dipende molto dalle scelte individuali e dalle preferenze di ognuna. Scopriamo tutto ciò che c'è da sapere sull'argomento, sfatando magari qualche mito.

da , il

    Il desiderio femminile aumenta durante il ciclo mestruale?

    Il desiderio femminile aumenta durante il ciclo mestruale? Solitamente si ritiene che le mestruazioni rendano le donne altamente irritabili e soprattutto meno desiderose di fare l’amore, ma è proprio vero? Alcuni studi hanno dimostrato esattamente il contrario, sfatando più di qualche mito. Addirittura sembra che le donne, durante il periodo mestruale, siano più sicure di sé dal punto di vista erotico, sia per quanto riguarda la seduzione che il rapporto vero e proprio. Scopriamo se è proprio così.

    Ciclo mestruale e eccitazione

    Il periodo corrispondente alle mestruazioni e il post-ciclo sono considerati momenti no per le donne dal punto di vista erotico.

    Tuttavia alcune ricerche hanno dimostrato che l’eccitazione femminile aumenta durante le mestruazioni e spesso si verifica un ulteriore incremento del desiderio dopo il ciclo.

    Secondo gli esperti, ciò dipende dall’aumento dell’ormone del desiderio femminile nella fase iniziale del ciclo mestruale, la fase cosiddetta follicolare. L’ormone coinvolto è l’estradiolo, direttamente connesso al buonumore, alle capacità mnemoniche, alla riduzione dello stress e alla libido.

    Secondo ulteriori studi, le donne si sentono più attraenti in questa fase del ciclo ma soprattutto durante il primo periodo di ovulazione, in quanto fase fertile, come dimostrato dai ricercatori del Royal College of Obstetricians and Gynaecologists, di Bradford. Curiosamente sembra, infatti, che questo sia anche il momento in cui le donne sono più predisposte all’acquisto di trucchi, vestiti e altri accessori che ne aumentino la sensualità.

    Se i risultati di queste ricerche fossero veri, ne conseguirebbe uno stravolgimento delle teorie in materia, visto che nella maggioranza dei casi si parla di diminuzione del desiderio nella fase mestruale e post-mestruale.

    Sindrome premestruale e aumento del desiderio

    Molto più diffusa è l’idea che si verifichi un aumento del desiderio prima del ciclo. Nella settimana che lo precede crescono, infatti, i livelli di progesterone, che rendono la voce più profonda e sensuale.

    Tuttavia nel periodo premestruale aumenta il desiderio solo per alcune donne, non per tutte. In alcune persone si verifica l’esatto contrario, ovvero un calo del desiderio prima delle mestruazioni.

    Se poi si manifesta la cosiddetta sindrome premestruale, caratterizzata da sintomi sia fisici che psicologici, a partire da una decina di giorni prima delle mestruazioni, il desiderio femminile quasi sempre ne risente in negativo.

    Questa “sindrome” dipende probabilmente da cause ormonali ma anche dalla vulnerabilità della persona alle variazioni in corso: c’è chi non accusa sintomi particolari e chi al contrario, risente molto del calo di estrogeni e testosterone.

    Tra i sintomi più comuni si annoverano mal di testa, dolori pelvici, dolori alla schiena, gonfiore, ritenzione idrica, dolore al seno, irritabilità, variazioni dell’umore repentine, ansia, stanchezza e perdita della libido.