L’unione della mucca: guida e consigli per fare l’amore

da , il

    L’unione della mucca: guida e consigli per fare l’amore

    L’unione della mucca, più famosa col nome di pecorina è una posizione del kamasutra che consente una penetrazione molto profonda e un’intesa molto forte fra i partner. In questa posizione la donna si mette carponi, su gomiti e ginocchia e l’uomo la monta come un toro.

    Nell’unione della mucca solo l’uomo può accarezzare la compagna, sia nella parte posteriore del corpo: schiena, natiche, nuca, che in quella anteriore: seno e pancia. In questa posizione, infatti, è solo l’uomo ad avere una grande libertà di movimento.

    La donna, nell’unione della mucca, invece deve ‘subire‘ un po’ l’amplesso, ma l’andirivieni amoroso fatto di molteplici spinte, la cui intensità varia a piacimento degli amanti può determinare notevoli sensazioni di piacere anche per lei. L’uomo può facilmente percepire e approfittare di questi movimenti per stringere le mammelle della compagna stimolandone i capezzoli e amplificando così le sue sensazioni.

    Anche il piacere offerto dalla vista è riservato unicamente all’uomo. Per lui, vedere le natiche della compagna che si agitano, la testa che si reclina dietro i colpi delle spinte, la schiena che si inarca può risultare estremamente eccitante.

    Questa posizione determina una penetrazione molto profonda. I partner possono agire ciascuno per conto proprio per trovare la buona inclinazione dell’amplesso, quella che dà loro le sensazioni più intense: l’uomo stando più o meno eretto, la donna inarcando più o meno la schiena.

    I vantaggi ? Molti, ma ad una condizione: se lei non ha difficoltà ad accettarla, questa posizione può procurare molto piacere ad entrambi i partner. Ma può capitare anche che alcune donne non si sentano a proprio agio a fare l’amore in questa posizione, non solo perché i loro movimenti risultano limitati, ma perché ne possono derivare sensazioni di asservimento e sottomissione. Alcune donne possono viverlo come un amplesso animale e sentirsene mortificate. Altre, invece, accettano questa componente di animalità comunque presente in tutti noi, fonte di piaceri istintivi, di slanci potenti, tanto più che ciò non ostacola affatto l’elevazione spirituale dell’incontro. Anzi è proprio la conciliazione di questi due aspetti dell’amplesso ad intensificare il piacere dell’incontro.

    Molte coppie utilizzano questa posizione per il concepimento in quanto il fondo della vagina si trova più in basso dell’ingresso e gli spermatozoi devono dunque scendere per entrare nell’utero, mentre in molte altre posizioni devono risalire di qualche centimetro: poco per noi, ma un’enorme distanza per loro!