Trentenni single: identikit delle moderne zitelle

da , il

    Trentenni single: identikit delle moderne zitelle

    Un tempo se una donna a trenta anni non era sposata (e magari con prole), era considerata fuori dal mercato e senza speranze. Oggi invece a trent’anni siamo ancora ‘in gioco’, insomma potenzialmente dei buoni partiti: ma perché a 30 anni una donna è single? Possiamo distinguere fondamentalmente 4 tipi di donna, con altrettante motivazioni.

    Trentenni alla ricerca di se stesse

    Sono le donne che a trent’anni non sanno ancora bene cosa vogliono dalla vita. Il rischio è quello di sfogarsi con ogni sconosciuto che incontriamo nel bar della discoteca come se fosse il nostro psicologo: gli parliamo delle nostre insicurezze, dei difetti dei nostri ex etc. Risultato? Dopo il primo drink lui scapperà a gambe levate! Se volete un sistema per sapere quando potete parlare di voi e quando invece è meglio non approfondire gli abissi del vostro io pensate ad una cosa: una consulenza psicologica non può costare il prezzo di un cocktail!

    La donna in carriera

    Per noi donne essere belle, in forma, amiche, fidanzate e seguire una carriera al tempo stesso non è facile. (Per non parlare di quando a questo si aggiunge il ruolo di mamma). Gli uomini spesso pensano che questo tipo di donna in carriera è necessariamente cinico e adatto solo a rapporti occasionali. In realtà non è così solo che dovremmo trovare qualcuno in grado di avere la pazienza di sfruttare quell’ora a settimana che possiamo concedergli per conoscerci meglio e non solo per spogliarci.

    Quelle con l’orologio biologico al polso

    Ci sono donne che a trent’anni cominciano a temere le lancette dell’orologio biologico. Gli uomini le temono (giustamente) perché sanno che quello che vogliono è un bambino e subito, non importa chi sia il padre di turno. Ragazze diamoci una calmata: anche le tutte le nostre amiche hanno bambini o sfoggiano il pancione non significa che il nostro tempo stia scadendo. Approfittiamo piuttosto di quello che ci resta per divertirci.

    Quelle che hanno paura dell’amore

    Chi di noi non ha sofferto per amore? Del resto il mondo è pieno di uomini s….i ed è giusto dividerceli no? Ma questo non deve spingerci a non innamorarci più. Evitiamo di presentarci ad un uomo precisando che non vogliamo più storie serie e che gli uomini sono tutti uguali. Cerchiamo piuttosto di vivere ogni nuova conoscenza in modo graduale senza idealizzare ogni ragazzo ma neppure facendo scontare ad altri il nostro passato.