Colpi di sole, come scegliere la tonalità giusta [FOTO]

da , il

    Avete voglia di dare luce alla vostra chioma? Le tecniche a disposizione sono davvero tante: colpi di sole, shatush e balayage. Oggigiorno è diventato persino difficile capire qual è la tecnica giusta per il risultato che si vuole ottenere, per questo è bene conoscerle nel dettaglio, per arrivare così dal parrucchiere preparate e con la richiesta pronta sulla punta della lingua! Certamente la tecnica dei colpi di sole è la più classica e comunemente conosciuta sia dalle donne che dai parrucchieri, mentre lo shatush e il balayage rappresentano le ultime novità in materia. Fate quindi attenzione non solo alla vostra scelta ma anche all’effettiva competenza del vostro parrucchiere. Tenendo ben presente questi piccoli consigli potrete stare sicure che otterrete il risultato sperato! Per aiutarvi nella scelta, abbiamo pensato di illustrarvi nel dettaglio le caratteristiche di ogni singola tecnica e a chi è rivolta. Inoltre abbiamo realizzato per voi una fotogallery (che trovate qui sopra), dove troverete esempi di colpi di sole, shatush e balayage.

    Colpi di sole

    Colpi di sole

    Partiamo dalla tecnica più comunemente conosciuta, i colpi di sole. Se avete i capelli castani, è importante ravvivarli donandogli quella luce che spesso, col tempo, questa cromia perde e i colpi di sole fanno proprio al caso vostro. Come scegliere le gradazioni cromatiche giuste? Innanzitutto se intendete modificare il vostro colore durante il periodo invernale, dovrete optare per le cromie del rosso, del miele e del cioccolato. Oltre ad essere le cromie più adatte sono anche quelle che rispecchiano i trend del momento! In questo modo donerete vita nuova ai vostri capelli castani spenti e in più sarete anche alla moda. Se avete capelli castani con un taglio corto vi converrà optare per colpi di sole color rosso o miele, fare delle ciocche solo sulla parte anteriore dell’acconciatura, così da illuminare il vostro sguardo. Se avete un caschetto, classico o meglio ancora asimmetrico, scegliete colpi di sole sottilissimi con una visibilità maggiore sui lati. In alternativa potete lasciare il vostro castano sui lati e schiarire di rosso o cioccolato solo il ciuffo o la frangia. Sia con il corto, sia con il caschetto, le ciocche devono essere distanti dalla radice per rendere il risultato ancora più naturale. Se invece avete capelli lunghi potete optare per una combinazione di rossi più chiari e più scuri oppure di gradazioni colore che ricordano il cioccolato. L’effetto multi-sfaccettato è garantito dalle diverse gradazioni di colore che regalano al castano luce ed eleganza.

    Se i vostri capelli invece sono castano scuro o addirittura nero, individuare la cromia perfetta per i vostri colpi di sole è un’impresa più complicata, ma fattibile! Per fare la scelta giusta infatti è importante tenere in considerazione il taglio e il tipo di capelli. Tuttavia, le nuance che meglio si addicono al contrasto con capelli scuri sono il miele, il dorato e il cioccolato. Ma tutto sta nel capire se volete mantenere un colore piuttosto naturale o se volete osare di più andando su una tonalità totalmente diversa. In questo caso, per non prendere decisione affrettate, chiedete anche il parere del vostro parrucchiere di fiducia, saprà certamente consigliarvi!

    Shatush e balayage

    Shatush su boccoli dorati

    Shatush e Balayage. Quando chiedere l’uno o l’altro trattamento? In cosa si differenziano dai colpi di sole?

    Partiamo dalla tecnica dello shatush: letteralmente è una tecnica di schiaritura molto naturale. Si ottiene cotonando i capelli e decolorandoli a varie gradazioni, impregnando le ciocche cotonate con un pennello, a seconda di quanto vogliamo che l’effetto sia chiaro. A questo punto, i capelli andranno lavati e il colore andrà applicato solo sulle punte rimaste fuori oppure, se il capello è naturale, si potrà lasciare l’effetto del suo stesso colore. Se, invece, il capello è già stato precedentemente trattato con tinte, si deve prima decolorare e ritonalizzare con un reflex. Solo dopo questo trattamento, il capello potrà essere trattato con Shatush.

    Il balayage invece è una decolorazione del capello capace di dare origine a varie sfumature di colore. La tecnica è perfetta per chi desidera schiarire di un tono le punte o le lunghezze, per un risultato non troppo impegnativo. In questo caso, a differenza dello shatush, il capello verrà schiarito e ritonalizzato in modo uniforme dalla radice in giù e senza cotonare le punte. Il Balayage in poche parole è una tecnica di decolorazione senza la divisione in ciocche né con la stagnola né con la cotonatura ma a varie gradazioni sino ad ottenere la sfumatura desiderata.

    Quindi in conclusione:

    -Se volete dei capelli schiariti solo a mezza lunghezza e con un contrasto abbastanza evidente con la radice, quasi come si trattasse di una ricrescita o di una decolorazione del sole, chiedete uno shatush.

    -Se volete fare una tinta ma volete che i capelli siano illuminati uniformemente, allora optate per un balayage.