Ammorbidente naturale per lavatrice: 6 sostituti alleati dell’ambiente

da , il

    Ammorbidente naturale per lavatrice: 6 sostituti alleati dell’ambiente

    Avete mai pensato di sostituire i comuni ammorbidenti con un ammorbidente naturale per lavatrice? In questa maniera in un colpo solo otterreste 3 vantaggi: disintossicare il bucato, inquinare meno l’ambiente e rimpinguare il portafogli.

    L’ammorbidente viene usato principalmente per due motivi: perché rende morbido il bucato e allo stesso tempo lo profuma, ma in compenso è uno dei detersivi domestici più inquinanti per via dei cosiddetti tensiotivi cationici che lo compongono, scarsamente o per nulla biodegradabili, in più potrebbe irritare la nostra pelle in quanto permanendo a lungo nelle fibre dei vestiti che poi indossiamo ne potrebbe facilmente venire assorbito.

    Ciò premesso appare quasi necessario sostituire tale prodotto con un ammorbidente naturale per lavatrice. Quale? Ce ne sono tanti, non avete che l’imbarazzo della scelta.

    1. Il migliore ammorbidente naturale per lavatrice è senza dubbio l’aceto bianco, che oltre a rendere il bucato morbido e profumato ha in sé il grande vantaggio di eliminare il calcare dall’acqua rendendola più dolce. Come se non bastasse l’aceto ha proprietà antibatteriche che andranno a tutto vantaggio della nostra salute. Basta mettere 1/2 bicchiere d’aceto nella vaschetta dell’ammorbidente ad ogni lavaggio.

    2. Un’alternativa all’aceto e un altrettanto valido ammorbidente naturale per lavatrice è l’acido citrico, più debole dell’acetico quindi, perché risulti efficace, bisogna usarlo a una concentrazione maggiore, tra il 15 e il 20% . Favorisce la degradazione di enzimi e residui dei detersivi, contribuendo a eliminare il loro potere allergenico. L’acido citrico, inoltre, rende i panni più facili da stirare e quindi più morbidi al tatto. Preparate una soluzione di acido citrico al 15-20% sciogliendo 150-200 gr. di acido citrico anidro in 1 litro d’acqua. Mettete poi mezzo bicchiere di acido citrico ad ogni lavaggio.

    3. Il bicarbonato di sodio, oltre a svariate altre innumerevoli virtù funge da ammorbidente naturale per lavatrice riducendo l’elettricità statica. Mettetene 1/4 di bicchiere nella vaschetta dell’ammorbidente ad ogni lavaggio.

    4. Ottimo ammorbidente naturale per lavatrice è il percarbonato, una polverina bianca simile al bicarbonato, che svolge una funzione igienizzante, migliora il lavaggio in presenza di acque dure, rispetta i tessuti, sbianca e smacchia già a 30°C. A temperature comprese fra i 40 e i 60° si scompone in carbonato di sodio e ossigeno. L’ossigeno attivo, che si forma per il solo effetto della temperatura e senza bisogno di altri attivatori chimici, scompone ed elimina le macchie, oltre ad avere un’azione igienizzante. Purtroppo non è facile trovarlo in commercio, potete provare a cercarlo nei negozi che vendono prodotti biologici oppure su internet.

    5. Se desiderate semplicemente profumare la vostra biancheria, al posto dell’ammorbidente potete utilizzare gli oli essenziali, ma essendo sostanze fortemente concentrate quasi mai vengono usate pure per non andare incontro a irritazioni. Gli oli essenziali non si sciolgono in acqua, si sciolgono invece negli oli grassi, nell’alcool e nel sapone liquido. Non mescolateli all’aceto o al limone in quanto l’acidità potrebbe rendere inattivi alcuni tipi.

    6. Infine, non ci crederete, ma un ottimo ammorbidente naturale per lavatrice è rappresentato dalle palline da tennis che ammorbidiscono i tessuti, in particolar modo il cotone. Provate a inserirne un paio nel cestello ad ogni risciacquo, i risultati vi sorprenderanno!