Buste per la spesa riutilizzabili: il design di necessità

da , il

    Le buste della spesa riutilizzabili sono diventate una necessità dopo la giusta messa al bando, a partire dal 1 gennaio 2011, delle classiche buste di plastica non biodegradabili. Le buste che attualmente vengono distribuite, però, presentano un grandissimo problema, cioè si rompono con estrema facilità, soprattutto se appesantite o caricate con oggetti spigolosi e appuntiti. Basta un minimo taglia e si apre un cratere. La soluzione migliore per questa situazione è quindi l’utilizzo di buste per la spesa riutilizzabili, in tela, ormai in vendita in tutti i supermercati e non solo.

    Nella galleria fotografica è possibile vedere alcuni modelli presenti in commercio e farsi un’idea di come siano queste buste riutilizzabili.

    Il problema di queste buste di tela è essenzialmente uno: si dimenticano spesso a casa. A me succedeva di continuo e credevo fosse un mio problema, ma quando ne ho parlato con delle mie amiche, mi sono resa conto che questo tipo di situazione è comune: preparare la busta sul tavolo e uscire senza prenderla.

    Tra l’altro queste buste sono molto comode, perché alcuni modelli possono essere piegati ed entrare anche in una tasca della giacca.

    Come fare allora a non dimenticarle ed evitare di arrivare alla cassa, per poi renderci conto che dobbiamo chiedere alla commessa una miriade di bustine?

    Ci si può procurare una busta in tela di design, carina da indossare, che non abbia il solo scopo di essere utilizzata per portare la spesa. Chi è in grado di cucire, può anche realizzarne una personalizzata.

    Comunque nei negozi di articoli per la casa ho visto più di una volta borse in tela molto accattivanti e spaziose, da portarsi sempre dietro, come fosse una borsa normale.

    Sono disponibili anche misure diverse, così da scegliere quella più opportuna al volume di spesa previsto. Io però consiglierei sempre qualche taglia in più, visto che alla fine si compra sempre di più di quanto preventivato.

    Le buste per la spesa riutilizzabili stanno diventando degli oggetti di design per necessità, ma sono molto pratiche per chi deve fare acquisti e non vuole rinunciare ad uno stile casual.

    Un vantaggio non indifferente presentato da queste buste consiste nel prezzo, molto basso, a volte anche di un euro, per cui se ne può fare incetta ed abbinarle all’abbigliamento.

    Quando non vengono utilizzate, possono essere appese in cucina e fungere da complementi di arredo simpatici, non invadenti e colorati. In questo modo sarà davvero difficile dimenticarle prima di andare al supermercato!