Candele in cera, come realizzarle a casa

da , il

    Fare le candele di cera in casa può essere un’attività molto rilassante e anche abbastanza soddisfacente perchè potrete decidere le forme che vi piacciono di più, le essenze profumate più buone e i colori migliori per decorare la vostra casa. Il procedimento non è difficile, bisognerà semplicemente fare molta attenzione a seguire le indicazioni per il procedimento e avere una discreta pazienza proprio come quando facciamo il sapone in casa. I tempi di attesa tra un passaggio e l’altro spesso sono un po’ lunghi ma questo non ne aumenta la difficoltà di realizzazione.

    Qui vi parlerò di come si fanno le candele di cera, ecco di seguito tutti gli ingredienti che vi serviranno e poi due utili video tutorial per la realizzazione. Terminato il procedimento potreste anche aggiungere delle decorazioni in più e se vi si fosse macchiato qualcosa con la cera che avere sciolto provate a clikkare sul post come togliere le macchie di cera.

    Cosa serve per fare le candele

    La Paraffina: è l’ingrediente base delle candele. Viene venduto sotto forma di scaglie, cubetti, bianca o colorata. Non ha nessun odore e si scioglie molto facilmente.

    La Cera colorata: è un’alternativa più sbrigativa per cui non dovrete comprare i colori per cera. Ovviamente costerà un po’ di più.

    La Stearina: sostanza basilare per la buona riuscita della candela perchè permette di far raggiungere alla candela la consistenza giusta una volta secca. Si aggiunge il 10% di stearina alla quantità di paraffina utilizzata.

    La Cera D’Api: è un prodotto naturale che permette di creare candele profumate color ambra. Si trova sotto forma di scaglie, come la paraffina, o come fogli. Ha però due soli inconvenienti: è molto cara ed e’ molto appiccicosa.

    Gli Stoppini: o li comprate già fatti o potete realizzarli voi. Lo stoppino non e’ altro che un filo di cotone di vario diametro, imbevuto di cera, non deve essere troppo lungo, altrimenti la candela ‘fumerà’, se e’ troppo corto invece affogherà.

    I Colori per la Cera: si vendono i pastiglie colorate che trovate anche nei colorifici. Per risparmiare potrete aggiungere pezzi di pastelli a cera.

    Il Sigillante per gli Stampi: è una pasta, simile al pongo che serve per bloccare lo stoppino ed evitare che la cera liquida fuoriesca dallo stampo.

    Il Profumo: potete aggiungere alcune gocce di essenza profumata alla cera fusa. Potete anche immergere lo stoppino nell’essenza e poi ricoprirlo di cera.

    Pentole e attrezzi: serviranno per la cottura e la lavorazione delle candele. Quindi vi serviranno due pentole dal bordo alto per sciogliere la cera a bagno maria. Avrete bisogno anche di un cucchiaio di acciaio, per rimestare e un coltello. Per entrambe le pentole necessiterete anche dei coperchi.

    Il Termometro: per misurare la temperatura della cera in cottura, uno di quelli da appendere ai bordi della pentola, che raggiunga almeno i 150°C.

    Gli Stampi: potete scegliere degli stampi da cui la candela viene estratta e altri invece in cui la candela rimane.

    Procedimento per fare le candele, video tutorial

    Il primo è un po’ più sbrigativo, in ogni caso è molto preciso, poi ve ne consiglio anche un altro ancora più dettagliato ma in inglese.