Come coltivare le orchidee in casa e all’esterno [FOTO]

da , il

    Come coltivare le orchidee in casa e all’esterno. Un primo consiglio per coltivare al meglio le orchidee è quello di spostare le piante (a partire dalla primavera fino alla fine dell’estate) dall’interno all’esterno. In autunno, invece, è opportuno collocare le orchidee in casa sino all’inizio della primavera. Per coltivarle al meglio è consigliabile disporre le piante in luoghi ben illuminati e arieggiati, ma non a diretto contatto dei raggi solari. Un fattore fondamentale per la coltivazione delle orchidee è rappresentato dalle annaffiature, che devono essere frequenti, soprattutto in estate e nei periodi più caldi. E ora scopriamo qualche altro consiglio per coltivare queste magnifiche piante.

    Il terreno

    orchidee

    In genere per coltivare le orchidee in vaso, va scelto un terreno in grado di asciugarsi il più rapidamente possibile, onde evitare ristagni idrici (particolarmente temuti dalla pianta), che possono portare a marciume radicale e quindi comprometterne lo sviluppo e la crescita. Per evitarli il terreno dovrà essere leggero e poroso, simile a quello che la pianta trova in natura negli interstizi degli alberi tropicali. Tra i materiali di origine vegetale, privilegiate sfagno, torba di sfagno, osmunda, bark, corteccia di sughero, cortecce varie, terra di brughiera, tra i materiali di origine minerale ideali sono pomice, argilla espansa, perlite, polistirolo espanso, vermiculite.

    La cura delle foglie

    orchidee-per-la-casa

    Durante l’estate o in inverno (in presenza di termosifoni accessi che rendono l’aria secca e calda) è opportuno provvedere a nebulizzare le foglie delle orchidee. Inoltre, per coltivare le orchidee in casa, sarà bene effettuare periodicamente una pulizia completa delle foglie. Per questa operazione possiamo impiegare semplicemente dell’ovatta imbevuta con un po’ d’acqua.

    La concimazione

    orchidee-per-l'esterno-e-per-la-casa

    Per quanto riguarda la concimazione, generalmente le orchidee non richiedono particolari apporti di sostanze nutritive e sono quindi perfette come piante da appartamento decorative e resistenti. In ogni caso, un paio di volte l’anno, è opportuno concimare la pianta diluendo lievi dosi di concime per orchidee nell’acqua destinata alle annaffiature.

    La scelta del vaso

    orchidee-colorate

    Per coltivare le orchidee in casa o all’esterno, è importante anche la scelta del vaso. In genere, è sempre consigliabile optare per un bel vaso in terracotta o in plastica trasparente di dimensioni adeguate. E’ infatti fondamentale che il vaso non sia eccessivamente piccolo.