Come fare la maionese in casa: istruzioni per l’uso

da , il

    Come fare la maionese in casa: istruzioni per l’uso

    In questo post desidero spiegarvi come fare la maionese in casa, se seguirete passo passo tutte le istruzioni otterrete un’ottima maionese degna della più spietata concorrenza al signor Calvè.

    Si tratta di una ricetta semplice, ma nel fare la maionese in casa potrebbero accadere diversi imprevisti: quello più frequente è che potrebbe impazzire o non addensarsi a sufficienza o al contrario addensarsi troppo. Niente panico. Dopo la lettura di questo post saprete come affrontare ogni evenienza.

    Per fare la maionese in casa tutto quello che vi occorre è un tuorlo d’uovo, olio (150 grammi), il succo di mezzo limone e un pizzico di sale. Potete scegliere di fare la maionese a mano, in questo caso, dopo avere versato all’interno di un recipiente il tuorlo d’uovo, il succo di limone e il pizzico di sale potete iniziare a sbattere il composto con una forchetta aggiungendo via via l’olio.

    Come si fa a capire quando la maionese è pronta? Lo capirete quando il composto non assorbirà più olio. Se invece utilizzate uno sbattitore elettrico, potete aggiungere oltre al tuorlo anche l’albume che vi farà ottenere una maionese più morbida e leggera.

    Abbiamo visto che quando la maionese è pronta, il composto che stiamo lavorando non è più in grado di assorbire olio e se proviamo ad aggiungerne lo stesso non riuscirà ad amalgamarsi con tutto il resto. Nel fare la maionese in casa un imprevisto molto frequente è quello che l’olio fin dall’inizio non riesca ad essere assorbito dal composto e rimanga separato dal resto degli ingredienti. Quando questo si verifica si dice che la maionese è impazzita o impazzisce. Come facciamo ad evitare che succeda ciò? Anzitutto dobbiamo fare molta attenzione alla temperatura, non solo degli ingredienti, che avremo l’accortezza di togliere dal frigo almeno due ore prima del loro utilizzo, ma anche dell’ambiente e del recipiente all’interno del quale prepareremo la nostra maionese.

    La seconda cosa da tenere sotto controllo è il verso in cui mescoliamo, che deve essere sempre lo stesso, sia che si usi una forchetta che un cucchiaio di legno.

    E infine la modalità di incorporamento dell’olio, che deve essere lenta e progressiva, non tutto ad una volta.

    Se nonostante tutti gli accorgimenti del caso la vostra maionese impazzisce lo stesso vi darò di seguito una dritta per tentare di salvarla: prendete un altro uovo, separate il tuorlo dall’albume e iniziate a sbatterlo con una forchetta, dopo di che aggiungete piano piano la maionese impazzita senza smettere di mescolare e infine aggiungete una patata lessa che avrete precedentemente schiacciato fino ad ottenere una purea morbida. Il gusto cambia leggermente, ma almeno recupererete qualcosa destinato alla spazzatura.

    Se vi rendete conto che la vostra maionese è troppo densa aggiungete ancora un po’ di succo di limone o in alternativa un cucchiaio d’aceto. Se al contrario, avete esagerato con il limone e la vostra maionese fa fatica ad addensarsi aggiungete un po’ di olio nella quantità sufficiente a farle prendere corpo.

    Per un’ideale conservazione della vostra maionese fatta in casa versatela in un recipiente di vetro chiuso e riponetela in frigo ad una temperatura non troppo bassa.