Come proteggere la casa dai furti estivi

da , il

    Come proteggere la casa dai furti estivi

    Siete in procinto di partire per le vacanze estive? Le valige sono pronte e i biglietti sono in borsa, ma prima di avviarsi verso l’aeroporto o la stazione, per evitare brutte sorprese al ritorno, sarebbe il caso di pensare a come proteggere la casa dai furti estivi.

    I carabinieri forniscono una serie di consigli su come proteggere la casa dai furti estivi. Noi li riportiamo qui di seguito.

    1. Installate un antifurto, possibilmente collegato con i numeri di emergenza, ma non informate nessuno del tipo di apparecchiatura di cui vi siete dotati né della disponibilità di eventuali casseforti.

    2. Conservate i documenti personali nella cassaforte o in un altro luogo sicuro.

    3. Avere una porta blindata con spioncino e serratura di sicurezza è già tanto, ma potete aumentare anche le cosiddette difese passive e di sicurezza come ad esempio una chiave che non sia facilmente duplicabile.

    4. Mettete solo il cognome sia sul citofono sia sulla cassetta della posta per evitare di indicare il numero effettivo di inquilini (il nome identifica l’individuo, il cognome la famiglia).

    5. Se abitate in un piano basso o in una casa indipendente, mettete delle grate alle finestre oppure dei vetri antisfondamento.

    6. Illuminate con particolare attenzione l’ingresso e le zone buie. Se all’esterno c’è un interruttore della luce, proteggetelo con una grata o con una cassetta metallica per impedire che qualcuno possa disattivare la corrente.

    7. Cercate di conoscere i vostri vicini, scambiatevi i numeri di telefono per poterli contattare in caso di prima necessità.

    8. Sulla segreteria telefonica, registrate il messaggio sempre al plurale. La forma più adeguata non è ‘siamo assenti‘, ma ‘in questo momento non possiamo rispondere‘. In caso di assenza, adottate il dispositivo per ascoltare la segreteria a distanza.

    9. Nei casi di breve assenza, o se siete soli in casa, lasciate accesa una luce o la radio in modo da mostrare all’esterno che la casa è abitata. In commercio esistono dei dispositivi a timer che possono essere programmati per l’accensione e lo spegnimento a tempi stabiliti.

    10. In caso di assenza prolungata, avvisate solo le persone di fiducia e concordate con uno di loro che faccia dei controlli periodici.

    11. Non lasciate mai la chiave sotto lo zerbino o in altri posti facilmente intuibili e vicini all’ingresso. Non fate lasciare biglietti di messaggio attaccati alla porta che stanno ad indicare che in casa non c’è nessuno.

    12. Considerate che i primi posti esaminati dai ladri, in caso di furto, sono gli armadi, i cassetti, i vestiti, l’interno dei vasi, i quadri, i letti ed i tappeti.

    13. Se avete degli oggetti di valore, fotografateli.

    14. Conservate con cura le fotocopie dei documenti di identità e gli originali di tutti gli atti importanti (rogiti, contratti, ricevute fiscali, etc.).

    15. Nel caso in cui vi accorgete che la serratura è stata manomessa o che la porta è socchiusa, non entrate in casa e chiamate immediatamente il 112, il 113 o il 117. Comunque, se appena entrati vi rendete conto che la vostra casa è stata violata, non toccate nulla, per non inquinare le prove, e telefonate subito al Pronto Intervento.