Come ridurre i consumi energetici in casa

da , il

    Come ridurre i consumi energetici in casa

    Adottando alcuni accorgimenti è possibile ridurre i consumi energetici in casa senza grossi sforzi o sacrifici. Per ridurre i consumi energetici in casa, infatti, è sufficiente conoscere alcuni trucchi ed eliminare qualche brutta abitudine. Questi piccoli accorgimenti, ci permetteranno di risparmiare sulla bolletta elettrica oltre a ridurre il nostro impatto sull’ambiente. Ecco quindi un’utile lista su come ridurre i consumi energetici in casa.

    1) Scegliere con attenzione gli elettrodomestici. Durante la scelta degli elettrodomestici (come il frigorifero, la lavatrice, il condizionatore ecc.) è fondamentale leggere attentamente l’etichetta energetica del prodotto che normalmente, oltre alle varie caratteristiche, riporta anche i consumi e la classe energetica di appartenenza del prodotto. In particolare, è consigliabile optare per elettrodomestici appartenenti alla classe energetica ‘A’ oppure a classi superiori (A+, A++, A+++) che garantiscono minori consumi elettrici.

    2) Usare correttamente gli elettrodomestici. Per ridurre i consumi energetici in casa ad esempio avviate la lavastoviglie o la lavatrice solo a pieno carico. Evitate anche temperature troppo eccessive per la lavastoviglie e per la lavatrice. Anche spegnere lo scaldabagno e concentrarne l’accensione nelle ore notturne consente di risparmiare fino a 3.560 kWh in un anno.

    3) Manutenzione periodica degli elettrodomestici. Per ridurre i consumi energetici in casa è opportuno effettuare una manutenzione periodica degli elettrodomestici. Ad esempio, periodicamente sarebbe opportuno pulire e controllare lo stato della serpentina del frigorifero o lo stato delle guarnizioni delle porte che potrebbero comportare una dispersione del freddo e quindi un aumento dei consumi energetici.

    4) Installare apparecchi luminosi a base di luce fredda a risparmio energetico abbandonando quindi i vecchi sistemi di illuminazione come quelli alogeni o quelli tradizionali a incandescenza che per il loro funzionamento richiedono una maggiore quantità e dispendio di energia.

    5) Predisporre un’illuminazione adeguata all’ambiente. Evitate quindi di predisporre un’illuminazione eccessiva per aree di transito (ad esempio corridoi o scale) e in genere per tutti gli ambienti della casa.

    6) Eliminare le brutte abitudini. Per ridurre i consumi energetici in casa evitate di lasciare in stand-by la televisione, il computer, l’hi-fi e gli altri elettrodomestici quando non li si usa oppure togliete dalla presa di corrente il caricabatteria del cellulare quando non è più in carica. Insomma, evitate tutte quelle piccole brutte abitudini quotidiane che comportano un inutile spreco di elettricità.

    7) Spegnere luci ed elettrodomestici quando non utilizzati. Pratica comune, infatti, è quella di lasciare accesi alcuni elettrodomestici, primo fra tutti il televisore, e le luci inutilmente.