Come risparmiare sulla bolletta elettrica: consigli utili

da , il

    Come risparmiare sulla bolletta elettrica: consigli utili

    Risparmiare sulla bolletta elettrica è uno dei modi principali per abbattere i costi che si prevedono in aumento. Purtroppo gli sprechi sono spesso dovuti ad incuria o ad ignoranza o, paradossalmente, alla convinzione di stare risparmiando, come nel caso dell’acquisto di elettrodomestici economici che però consumano tantissimo. Ridurre i consumi elettrici è possibile e anche semplice: basta osservare delle semplici regole, seguire i consigli ed utilizzare un po’ di buonsenso. Spesso si dimentica che in casa, la maggior parte di ciò che adoperiamo utilizza energia elettrica.

    Cade a fagiolo l’esempio degli elettrodomestici in stand-by, assolutamente trascurati, ma che in un anno producono, l’uno, costi fino a 50 euro (moltiplicateli per tutti quelli che avete!).

    Vediamo ora come risparmiare sulla bolletta elettrica in casa.

    Illuminazione

    Sostituite le lampadine ad incandescenza con quelle a risparmio energetico, che hanno un’efficienza cinque volte maggiore e durano nel tempo per un periodo circa dieci volte più lungo. Se dovete rifare l’impianto elettrico, spendete qualcosa in più, ma realizzatelo per l’illuminazione a Led, efficiente, bella ed estremamente economica nel lungo periodo.

    Scaldabagno

    Questo è un elettrodomestico che se non utilizzato a dovere fa schizzare i consumi elettrici. Allora, prima di tutto acquistatene uno delle dimensioni idonee per le vostre esigenze, perché averne uno più grande significa scaldare inutilmente acqua.

    Posizionate lo scaldabagno in un luogo termicamente isolato, per evitare che l’ambiente esterno influisca sul suo rendimento, soprattutto in inverno, e vicino agli elementi che lo utilizzano, come i lavandini o la doccia, per evitare la minor dispersione possibile di calore nel passaggio dell’acqua.

    Regolate la temperatura a 40° in estate e a 60° in inverno, evitando così rendimenti inutili nei mesi più caldi.

    Un ottimo metodo per ridurre il consumo elettrico dello scaldabagno è quello di utilizzare un timer per la sua accensione, evitando così di lasciarlo inutilmente in funzione per ore.

    Frigorifero

    Una degli elettrodomestici più esigenti dal punto di vista energetico perché resta sempre acceso: ebbene, cercate di allontanarlo da fonti di calore quali termosifoni o forno per ottimizzarne l’efficienza, non scendete sotto i 6° per la sua temperatura e non oltre i -15° per il congelatore.

    Lavatrice e lavastoviglie

    Questi due elettrodomestici presentano comportamenti simili in materia di consumo energetico, quindi si pssono applicare gli stessi accorgimenti ad entrambi per ridurre i consumi. Per aiutare, oltre la bolletta elettrica, anche l’ambiente, bisognerebbe fare dei lavaggi solo a pieno carico e sena prelavaggio, in modo da consumare anche molta meno acqua. Inoltre si devono pulire costantemente i filtri e non si deve eccedere nell’utilizzo di detergenti.