Come usare il condizionatore in maniera efficiente

da , il

    Come usare il condizionatore in maniera efficiente

    Quando il caldo si fa insopportabile e le nostre case diventano delle autentiche fornaci la soluzione migliore è dotarsi di un di un buon condizionatore d’aria. E’ importante, però, utilizzare il condizionatore in modo corretto. Come? Oggi vi spiegheremo come usare il condizionatore in maniera efficiente.

    Il climatizzatore è un apparecchio completo, che rinfresca e riscalda l’aria, ne gestisce velocità e direzione del flusso, ne controlla l’umidità, la rinnova e la purifica. E con dei consumi estremamente ridotti.

    Partiamo anzitutto dal dove andrebbe posizionato il condizionatore una volta acquistato.

    1 . Evitare luoghi ‘nascosti’ come dietro le tende o alcuni mobili poiché ostruirebbero la diffusione dell’aria.

    Non rappresenta nemmeno una buona soluzione installarlo nel corridoio con l’idea che possa raffreddare contemporaneamente tutta la casa: l’unica zona che si raffredderà sarà il corridoio e quando lo attraverserete per immettervi nelle varie stanze avrete la sensazione di passare dal Polo Nord ai Caraibi. Il condizionatore, infatti, ha la capacità di raffreddare unicamente l’ambiente dov’è sistemato.

    L’ideale sarebbe posizionare il condizionatore nelle parti alte delle pareti, perché l’aria fredda tende ad accumularsi verso il basso.

    2 . Evitare di lasciare aperte porte e finestre, perché neutralizzerebbero l’effetto del condizionatore.

    3 . Il flusso dell’aria non deve colpire direttamente i soggetti presenti nel locale.

    4. Regolare la temperatura in modo che non sia eccessiva, perché potrebbe nuocere alla salute. La temperatura degli ambienti climatizzati deve essere compresa indicativamente tra i 25 e i 27°C, ma soprattutto lo sbalzo termico tra ambiente interno ed esterno non deve mai superare i 5/6°C. Una temperatura troppo bassa in ambiente può causare forme di artriti e influenza.

    5. Spegnere il climatizzatore della vostra stanza da letto prima di coricarvi, perché di notte la camera si rinfrescherà naturalmente dopo aver aperto un po’ la finestra.

    6. Curate la manutenzione del condizionatore: nei suoi filtri infatti di annidano facilmente muffe e batteri dannosi per la salute, e quindi è necessaria una pulizia regolare, almeno ogni due settimane.

    I migliori climatizzatori utilizzano la tecnologia Inverter, che adegua la potenza all’effettiva necessità e riduce i cicli di accensione e di spegnimento, favorendo un abbattimento dei consumi, una maggiore durata dell’apparecchio e un risparmio energetico superiore al 30%.

    Quando acquistate un condizionatore fate attenzione alla sua classe. Oltre ad un evidente risparmio energetico anche il vostro portafogli ne trarrà vantaggio: infatti la spesa iniziale di un climatizzatore di buona qualità verrà ottimizzata nella notevole riduzione del costo delle bollette. I climatizzatori più efficienti appartengono alla classe A. All’interno di questa classe energetica ci sono però climatizzatori con livelli di efficienza in riscaldamento (COP) e raffreddamento (EER) molto differenti: scegliendo con attenzione, si può risparmiare anche il 30-40% di energia elettrica.