Cura del cane: consigli pratici per la pulizia, l’alimentazione e la salute

da , il

    Cura del cane: consigli pratici per la pulizia, l’alimentazione e la salute

    Oramai quasi tutti, sia in campagna che in città, posseggono uno o più cani da compagnia. Ma quali sono i consigli pratici da seguire per prendersene cura senza commettere errori? E come fare per salvaguardarne la salute e il benessere nel migliore dei modi? Grazie ai suggerimenti che seguono scoprirete tutte le regole base sulla pulizia, l’alimentazione e la salute dei vostri cani!

    Consigli per la pulizia del cane

    L’igiene del cane è importantissima ma come in tutte le cose non bisogna esagerare! Prima di prendere in considerazione singolarmente le diverse parti del corpo, scopriamo alcuni consigli utili per fare il bagno al cane. Per quanto riguarda i cuccioli di cane, a differenza di quanto si potrebbe pensare, è opportuno lavarli il meno possibile. In casi eccezionali ricorrete solo a shampoo specifici e ad acqua tiepida, avendo cura di non farla entrare nelle orecchie. I cani adulti andrebbero invece lavati all’incirca ogni 4 mesi ricorrendo sempre a prodotti specifici. Il risciacquo deve avvenire in senso contrario, dalla testa alla coda, mentre è meglio farli asciugare all’aria aperta e in inverno con il phon o sistemandoli in un luogo riscaldato. Per la pulizia del mantello è importante effettuare frequenti spazzolature. Passiamo quindi alle singole parti del corpo, partendo dalla pulizia degli occhi del cane: il consiglio è di passarli con soluzioni fisiologiche, oppure con acqua tiepida o camomilla, così da rimuovere eventuali tracce di muco. Le orecchie necessitano invece di almeno una pulizia al mese e vanno deterse accuratamente con molta delicatezza, limitandosi al padiglione auricolare/uditivo esterno. Non ricorrete assolutamente ai cotton fioc, riservati al genere umano, ma applicate solo specifiche soluzioni previo consulto veterinario. La Mantenere i denti sani al vostro cane, a partire dal settimo mese, è importante quanto per voi padroni! Quindi sì a paste dentifricie “per cani” e ad appositi spazzolini. Si consiglia anche l’utilizzo di bastoncini o ossa di bufalo, che detergono e rafforzano denti e gengive.

    La salute del cane

    Per salvaguardare la salute del cane è importante fargli fare una serie di vaccini e prevenire i fastidiosi e molto comuni parassiti, facendosi consigliare nella scelta dei prodotti dal veterinario. I cuccioli di cane nei primi mesi di vita dovrebbero essere tenuti alla larga da altri animali di cui non si conosce lo stato di vaccinazione, il loro sistema immunitario è infatti ancora in via di sviluppo, pertanto sono più soggetti a malattie infettive. Il primo ciclo di vaccinazioni si effettua intorno alle prime 6-8 settimane di vita, in seguito il cucciolo va vaccinato due o tre volte ad intervalli di tre o quattro settimane. Se il cane è già stato vaccinato informatevi sulla profilassi seguita e fatevi consegnare il suo libretto sanitario. Non dimenticate poi i richiami dei vaccini e portatelo dal veterinario almeno una volta all’anno. E’ inoltre obbligatoria l’applicazione del microchip.

    Alimentazione dei cani

    Una corretta alimentazione per i cani deve tener conto anzitutto della loro età e dell’attività fisica svolta. Per quanto concerne i cibi già pronti, in commercio si trovano mangimi sia secchi che umidi di ottima qualità, appositamente studiati per garantire l’adeguato fabbisogno per crescere, svilupparsi e mantenersi in forma. Ne esistono di vari generi: il tipo “puppy” è specifico per i cuccioli e per il loro sviluppo muscolare e scheletrico, il tipo “regular” è indicato per i cani adulti che svolgono regolare attività fisica, il tipo “premium” va usato per quelli che svolgono molta attività fisica e per le femmine in allattamento dato l’alto contenuto proteico, infine il tipo “light” a basso contenuto di proteine è indicato per i cani sedentari, in sovrappeso e per quelli anziani. I mangimi umidi sono più gustosi ma vanno forniti in quantità maggiore poiché contengono più acqua, il che comporta un minor livello nutrizionale rispetto a quelli secchi. Se si preferisce utilizzare un’alimentazione casalinga, è opportuno farsi consigliare dal veterinario ed evitare in assoluto gli avanzi. Ad ogni modo i pasti casalinghi per cani devono assolutamente contenere proteine derivanti dalla carne e carboidrati di origine vegetale. La carne va scottata in acqua bollente per alcuni minuti e va tritata per i cuccioli. Uova (massimo 2 volte a settimana), cereali, pasta, riso, pane, verdura cotta, frutta sono tutti alimenti che possono essere tranquillamente serviti al vostro cane. Vietati invece gli scarti di cucina, specie se conditi, speziati e piccanti, le cipolle e i cavoli, che possono provocare anemia a volte fatale, gli omogeneizzati per bambini e la cioccolata, davvero molto pericolosa se non addirittura letale per i cuccioli. I cuccioli devono mangiare 4 volte al giorno, mentre i cani adulti 2 volte al giorno. Si consiglia di somministrare i pasti a orari fissi, nella stessa ciotola e nello stesso luogo, meglio se tranquillo.