Attività sportive per bambini, quale scegliere?

da , il

    Attività sportive per bambini, quale scegliere?

    Quali sono le attività sportive migliori per bambini? E’ iniziata la scuola, abbiamo avuto tre mesi per riflettere sullo sport che potranno fare i bambini, l’unica cosa certa è che almeno uno andrà fatto, questo di certo gioverà al loro sviluppo. Ma cosa scegliere? Avete un giovanotto allora meglio judo, nuoto o palla a canestro? O il vostro gioiellino è femmina? Allora potrete spaziare tra ginnastica artistica, danza e palla a volo. Meglio uno sport unisex? I dubbi sono tanti per tutti i genitori, ecco qualche utile consiglio per la scelta della sport da far fare ai bambini.

    Ecco che anche quest’anno definiremo tutte le attività extra-scolari che vogliamo fargli fare, ma che sport? Innanzitutto informatevi al vostro consiglio di zona sulle palestre e i centri sportivi presenti nel quartiere, perchè raggiungerli non vi sia troppo complicato. Se invece avete già scelto lo sport che volete far fare a vostro figlio allora su internet non vi resta che consultare il sito della federazione legata a quello specifico sport, lì troverete tutte le informazioni che vi serviranno sulle palestre e gli indirizzi utili.

    Importante sarà per noi genitori identificare lo sport più adatto ai nostri bambini e capire perchè un’attività sportiva più giovargli.

    Per identificare lo sport adatto al bambino bisognerà valutare il suo grado di timidezza, se ama o no sentirsi in competizione, se si sente adeguato o inadeguato per qualche motivo ad una certa attività sportiva e valutare la scelta anche in base al temperamento del bambino, se è pigro o vivace per esempio.

    E’ da tener presente che un’attività fisica gioverà sempre al bambino e che dovrà essere scelta specialmente per il benessere complessivo che ne trarranno. Di base i bambino dovranno fare sport per:

    • Giocare: i bambini che iniziano un’attività sportiva devono prenderla come un gioco, con il dovuto rigore, ma senza esagerare, altrimenti finiranno per disprezzarlo. Scegliete quindi dei maestri più dedicati al gioco ed alla socializzazione dei bambini e siate anche voi poco competitivi, l’importante è che il bambino si diverta.
    • Benessere fisico e psichico: questo ovviamente sarà fondamentale per prevenire dei piccoli malesseri fisici che possono colpire anche i nostri piccoli come il diffuso mal di schiena dovuto al peso della cartella. E’ fondamentale lo sport anche per permettere ai bambini di sfogarsi e vale sia per i bambini molto vivaci perchè sfogheranno in maniera ‘disciplinata’ molte energire facendo attività sportiva, sia per quelli un po’ più timidi perchè impareranno ad esprimersi anche attraverso il copro e ad esprimere le loro emozioni anche con lo sport.
    • Cultura sportiva: questa è da non dimenticare infatti con lo sport si impara, a seconda dello sport che si sceglie, lo spirito di squadra, la competizione (sana e non quella cattiva), la convivenza, la condivisione, la lealtà e molto altro. Lo sport più della scuola e dell’educazione che possiamo dare a casa ai nostri piccoli è una lezione di vita che i nostri bambini devono avere.

    Per quanto riguarda la scelta della sport dipenderà anche un po’ dal bambino e da quello che vorremmo che approfondisse facendo sport. Se volete aiutarlo ad apprendere lo spirito di gruppo fategli fare uno sport di squadra come il calcio o la palla a volo, se volete che apprenda l’equilibrio e la lealtà fategli fare judo o un’altra arte marziale, se volete fargli imparare il rigore (sempre divertendosi) fategli fare danza. E’ in ogni caso importante sapere che almeno fino agli otto anni sarebbe meglio far fare al bambino uno sport completo come il nuoto, la ginnastica artistica, la palla a volo, l’atletica leggera e ovviamente non mi stancherò ma di ripeterlo, anche a me stessa, lo sport da bambini deve essere un divertimenti per la competizione avranno tutta la vita.