Concepimento: tutti i metodi per favorirlo

da , il

    Concepimento: tutti i metodi per favorirlo

    Quanta attesa, per la dolce attesa: un gioco di parole che racconta il concepimento. Voglia che, spesso, rischia di trasformarsi in ansia, in paura non farcela, di non riuscire a coronare il proprio sogno, di non far sfociare tutte le emozioni e i desideri in una gravidanza e poi nella nascita di una nuova vita o di una coppia di gemelli. Per aumentare le “chance” che la cicogna arrivi a destinazione, meglio seguire alcuni piccoli consigli per favorire il concepimento.

    Attenzione, allo stile di vita

    I primi accorgimenti da mettere in pratica riguardano lo stile di vita, dalla dieta, all’alimentazione fino all’utilizzo di specifici integratori, ma non solo.

    È fondamentale seguire una dieta sana ed equilibrata, ricca di nutrienti essenziali, come le vitamine, di fibre, frutta e verdura. In questo modo si evita che gli squilibri ponderali, gli aumenti o le diminuzioni eccessive di peso influiscano negativamente sulla regolarità del ciclo, dell’ovulazione e sull’equilibrio ormonale.

    Conosciuto come uno degli alleati più utili del pancione, l’acido folico o vitamina B9, dovrebbe essere assunto, attraverso l’alimentazione e gli integratori specifici, anche in attesa del concepimento.

    Meglio dimenticare le pessime abitudini, come il fumo, e limitare l’assunzione di alcolici e caffè, nemici della fertilità, sia per lei sia per lui. Infatti, nell’uomo, fumo, alcol, caffè, ma anche abiti troppo stretti e stress rischiano di compromettere seriamente la qualità dello sperma e, di conseguenza, le probabilità di concepimento.

    Attenzione, all’ovulazione

    Più che le tecniche e le posizioni, da mettere in pratica durante i rapporti sessuali, per facilitare il concepimento è utile scegliere i tempi giusti. Le probabilità di concepire, con un rapporto non protetto, aumentano durante il periodo di massima fertilità per la donna, cioè quello dell’ovulazione. Collocato, solitamente, a metà del ciclo mestruale, dopo 14 giorni dall’inizio dell’ultima mestruazione.

    Per verificare la presenza dell’ovulazione, esistono alcune tecniche utili. Il calcolo della temperatura basale, valore che aumenta, complice il progesterone, durante il periodo ovulatorio; l’osservazione dei cambiamenti del muco cervicale, che varia colore e consistenza; il test di ovulazione, acquistabile in farmacia, che misura la quantità di Lh, cioè l’ormone luteinizzante, che subisce un forte incremento in prossimità dell’ovulazione.

    Qualche consiglio

    Anche l’aspetto psicologico, quando tutti gli sforzi sono orientati verso il desiderio di diventare genitori, non è da sottovalutare. È importante non trasformare questo desiderio, naturale, in una fissazione, fonte di stress e frustrazione, per non rischiare di rendere ancora più difficile il concepimento.

    Tra le posizioni più utili, forse, c’è quella da assumere dopo il rapporto sessuale non protetto, per sfruttare al meglio i vantaggi della gravità: sdraiate, con le gambe sollevate per alcuni minuti, allo scopo di facilitare il percorso e soprattutto l’arrivo a “destinazione” degli spermatozoi.