Filastrocche divertenti per bambini: imparare e sorridere con una tiritera

da , il

    Filastrocche divertenti per bambini: imparare e sorridere con una tiritera

    Per i bambini imparare le cose a memoria non è una cosa molto complicata, resterete stupiti quando proverete a fargli imparare le prime poesie, loro le apprenderanno dopo la seconda/terza lettura, mentre voi dovrete ancora sbirciare il testo per poterla ripetere. Ripetere delle tiritere insieme ai più piccoli è anche un modo utile per insegnargli nuove cose, ecco perchè vi propongo delle filastrocche divertenti per bambini per imparare i colori, i numeri e molto altro.

    Una filastrocca divertente è il modo migliore per far distrarre un bambino dalla tristezza, per insegnargli cose nuove, per ridere insieme a lui. Se sta facendo un piccolo capriccio perchè magari è stanco, provate a raccontargli la Filastrocca delle dita o quella della Pulce ballerina, vedrete che riuscirete a strappargli un sorriso.

    Filastrocca dei colori

    Sono il rosa di una cosa

    tanto amata e profumata.

    Sono il viola e del colore

    c’è di nome un fiore.

    Son giallo come un pulcino

    che ho visto qua vicino.

    Sono verde come il prato

    dove oggi ho camminato.

    Sono il bianco, mi puoi usare

    e far chiaro diventare.

    Sono il rosso, come il cuore

    e del gioco… dell’amore.

    Sono l’azzurro, per fare il mare

    il bianco e il blu devi mescolare.

    Sono l’arancione, sono bello

    sono del rosso il fratello.

    Sono il blu e col palloncino

    sono il gioco di un bambino.

    Filastrocca delle vocali

    Gamba qua, gamba là

    mi presento sono la A

    La vocale sono del re

    fate inchino arriva la E

    Gioco a palla notte e dì

    dritto e smilzo sono la I

    Io sbadiglio, altro non fo

    questo è di certo una O

    Io mi arrendo braccia in su

    e confesso sono la U

    A E I O U

    Filastrocca sui mesi

    Gennaio: fiocchetti di neve.

    Febbraio: gioioso ma breve.

    Marzo: un po’ d’acqua e di sole.

    Aprile: cestini di viole.

    Maggio: la rosa fiorisce.

    Giugno: la scuola finisce.

    Luglio: ci sono nuovi frutti.

    Agosto: vacanze per tutti.

    Settembre: bambini al lavoro.

    Ottobre: bei grappoli d’oro.

    Novembre: si indossa il cappotto.

    Dicembre: finale col botto!

    Filastrocca della cicala

    di N. Codignola

    Filastrocca della cicala

    che struscia struscia ala su ala,

    che fa un rumore talmente forte

    che cope il suono del pianoforte

    e che a sentirla ovunque siate

    capite subito che è piena estate!

    Filastrocca degli animali

    Rana, ranocchio sta nello stagno:

    anche il bambino sguazza nel bagno!

    Gatto, leopardo, tigre e leone:

    anche il bambino ha le unghie buone!

    Talpa, scoiattolo, topino scuro,

    anche il bambino ha il dente duro!

    Anatra, falco, oca, sparviero,

    vola il bambino col suo pensiero!

    Polipo, granchio, pesce e conchiglia,

    sguazza il bambino e … se la piglia!

    Filastrocca dell’alfabeto

    Filastrocca dell’Alfabeto

    La Filastrocca dell’alfabeto,

    dove le lettere hanno un segreto;

    ma se le guardi con attenzione,

    troverai subito la soluzione.

    A è il tetto di una casetta.

    B son le ali di una farfallina.

    C è una luna piccina piccina.

    D è la vela di una barchetta.

    E è il forcone di un contadino.

    F è il trespolo di un galletto.

    G assomigli a un lanternino.

    H è fatta come un letto.

    I è un tronco sottile e diritto.

    J è lo scivolo dei giardinetti.

    K è un soldato che marcia diritto.

    L è la seggiola per i nanetti.

    M è il muro di un alto castello.

    N è una strada in discesa e in salita.

    O è rotondo come un ombrello.

    P è una racchetta per una partita.

    Q è un signore con la pipa in bocca.

    R è una mamma che aspetta un bambino.

    S è un serpente che non si tocca.

    T può sembrare un tavolino.

    U è una tazza di latte o di tè.

    V e il becco di un uccellino.

    W è la corona d’oro di un re.

    X è la culla di Gesù bambino.

    Y è il muso di un gatto a strisce.

    e con Z l’alfabeto finisce !

    Tutte le lettere col pigiamino

    vanno a dormire nel loro lettino.

    Filastrocca della pulce ballerina

    La pulce stanca di saltare, ha deciso di farsi portare.

    Vede lì accanto un babbuino, veloce salta sul suo codino.

    Il babbuino è troppo arzillo, la pulce salta sul coccodrillo.

    Il coccodrillo è troppo infingardo, la pulce salta sopra al leopardo.

    Il leopardo è troppo giallo, la pulce salta su un pappagallo.

    Il pappagallo è un chiacchierone, la pulce salta su un leone.

    Il leone vuol fare un ballo, la pulce torna sul pappagallo.

    Il pappagallo si mangia un cardo, la pulce torna sopra al leopardo.

    Il leopardo di vino è brillo, la pulce torna sul coccodrillo.

    Il coccodrillo fa un bel ruttino, la pulce torna sul babbuino.

    Il babbuino la pulce afferra, e svelto svelto la butta per terra.

    Filastrocca delle dita

    Il pollice vuole fare una focaccia

    L’indice presto la farina setaccia

    Il medio fa l’impasto e lo lavora

    L’anulare la focaccia indora

    Ma restano tutti a bocca asciutta

    perché il mignolino se l’è mangiata tutta.