Genitori migliori anno nuovo, i buoni propositi di mamma e papà

da , il

    Genitori migliori anno nuovo, i buoni propositi di mamma e papà

    Nessuno nasce genitore, le mamme e i papà del mondo crescono e imparano assieme, e spesso da, i figli. Tutti i genitori del mondo, o quasi, si chiedono se stanno facendo un buon lavoro e se sono sufficientemente bravi, come tutti anche mamma e papà si chiedono cosa dovranno fare nel 2011, e anche per loro ci sono i buoni propositi tanto cari e più o meno utili. Gli esperti sentenziano, noi leggiamo e poi tiriamo le somme. In realtà non si tratta di azioni così complicate o proibitive ma solo di alcuni consigli che aiutano a migliorare la qualità della vita.

    Dedicare più tempo al dialogo

    Bastano pochi minuti, ma quei pochi devono venire interamente dedicati a loro, niente cellulare, capi che chiamano, o pensieri, scoprire come è andata la loro giornata è indispensabile per avere informazioni e fa sentire importanti. Quello che la maggior parte dei bambini moderni ha bisogno dai genitori è il tempo, la fretta distrae.

    Evitare domande la cui risposta è no

    A quanto pare secondo gli esperti è ora di smettere di fare domande la cui risposta rimane da sempre ‘No’, ‘Andiamo a casa?’, ‘Fai il bagno?’, ‘Andiamo a letto?’, tanto alla fine chi si sente frustrato è sempre e solo il genitore ignorato. Niente domande, comunicate che è giunta l’ora.

    Ascoltate i vostri figli

    Se desiderate migliorare il vostro rapporto con i figli la prima cura da mettere in atto è l’ascolto, ascoltare con orecchi, cuore e anima, il che significa raggiungerli al loro livello e cercare di capire ogni ansia e paura che li accompagna.

    Comprate libri

    Se proprio dovete risparmiare non fatelo sui libri, ne va della vostra e loro cultura, i bambini amano leggere, sfogliare libri e giornali, se poi si legge assieme allora l’idillio è raggiunto.

    Dormire

    I bambini hanno bisogno di più ore di sonno rispetto agli adulti, quindi è sbagliato farli rimanere alzati fino a tardi, le loro esigenze vanno dalle 10 alle 12 ore di sonno dai 5 ai 12 anni e dalle 8 alle 10 ore per gli adolescenti.

    Spegnere la tecnologia per un ora al giorno

    Vi stanno già venendo i capelli bianchi? Eppure a quanto pare i genitori moderni prestano più attenzione ai dispositivi elettronici che ai figli. Dedicarsi a loro significa spegnere pc, telefono e ogni altra diavoleria tecnologica per giocare assieme o semplicemente dedicargli un po’ di coccole.

    Non è facile, anzi, molto spesso i genitori peccano di poca attenzione ma certo non è un’azione voluta, vengono semplicemente travolti da uno stile di vita frenetico e inarrestabile, eppure cercare di seguire questi consigli aiuta non solo i bambini ma anche gli adulti.