Il ruolo degli zii nell’educazione dei nipoti

da , il

    Il ruolo degli zii nell’educazione dei nipoti

    Qual è il ruolo degli zii nell’educazione dei nipoti? O meglio, quale dovrebbe essere per garantire uno sviluppo sano del bambino? I bimbi di oggi crescono spesso con diverse figure, oltre a quelle genitoriali. Non solo i nonni, ma anche gli zii, che spesso prendono in custodia momentanea i figli quando i genitori sono troppo impegnati con il lavoro e le altre attività quotidiane. Sicuramente questo insieme di figure può essere utile per lo sviluppo del bambino, ma è necessario anche evitare alcuni passi falsi. Come devono comportarsi, quindi, gli zii?

    Se state per diventare zii, anzitutto, non perdete la pazienza e il giusto controllo. Quando nasce un bimbo le emozioni possono essere diverse; sorelle e fratelli si preoccupano soprattutto per l’esito del parto, ma fate attenzione a non trasmettere le vostre ansie ai genitori! Questo è il primo consiglio che si può dare ai neo zii.

    Il ruolo degli zii può essere fondamentale anche quando il piccolo è nato, soprattutto i primi giorni, quando i neo genitori sono alle prese con i postumi della nascita e, magari, la costruzione della casa familiare. Subito dopo il parto, quindi, potete offrirvi di aiutare in casa o con il bebè. Non solo, potete continuare a dare il vostro aiuto anche nei giorni successivi, seguendo tutta la crescita del bambino. Ricordatevi, però, di offrire il vostro sostegno solo quando effettivamente ne avete la possibilità e vi sentite di farlo. I bambini, infatti, percepiscono le emozioni negative e, come non dovrebbero trasmetterle i genitori, altrettanto dovrebbero cercare di fare gli zii. Insomma, proponetevi soprattutto per allietare le giornate dei piccoli come compagni di giochi e non chiedete troppo a voi stessi, soprattutto se avete già dei figli a cui badare.

    La regola fondamentale, però, è quella di non sostituirvi ai genitori. Le linee guida per la crescita dei bambini, infatti, dovrebbero essere dettati sempre da questi ultimi e mai contraddette da altre figure (come quella dei nonni o degli zii). Come zii, poi, non sostituitevi neppure nel “rapporto emozionale” con i bambini; in altri termini, non mettete mai in cattiva luce i genitori e se rilevate qualche problema serio nella crescita del bambino, riferitelo, senza esitazioni.

    Evitate anche di avere a che fare troppo con i bambini; ricordate che voi siete gli zii e che, salvo casi eccezionali, i bambini dovrebbero preliminarmente instaurare un rapporto con i loro genitori. E’ consigliabile passare qualche pomeriggio a settimana insieme ai nipoti, così andarli a prendere qualche volta a scuola, ma non confondete i ruoli e non create confusione tra la casa familiare e la vostra.

    Infine, ricordatevi di non diventare troppo apprensivi, così come non devono esserlo mamma e papà.