Il ruolo dei nonni nell’educazione dei bambini

da , il

    Il ruolo dei nonni nell’educazione dei bambini

    Qual è il ruolo dei nonni nell’educazione dei bambini? O, meglio, quale dovrebbe essere? I nonni sono sempre più presenti nella crescita dei nostri figli perché i genitori sono spesso impegnati con il lavoro o altre attività quotidiane. Talvolta, quindi, diventa difficile definire i ruoli e spesso i nonni finiscono per viziare troppo i nipoti. Come organizzarsi, quindi? Quale deve essere il giusto ruolo dei nonni nell’educazione dei bambini?

    Acquisire lo status di nonno/a è per molti una sorta di rinascita, che dà un nuovo senso alla vita sociale dell’anziano. Insomma, per le persone più avanti con gli anni, diventare nonni è un’opportunità per sentirsi di nuovo utili e appagati. Dare una mano li fa sentire indispensabili e il rapporto con i nipoti è particolarmente affettuoso.

    Il confronto con i nonni, però, è una fortuna anche per il bambino perché le esperienze che questo può condividere con loro possono favorire la sua crescita su più piani. I nonni, infatti, hanno un carattere, un modo di fare, un’esperienza diversa dai genitori e questi tratti arricchiscono sicuramente la sfera emotiva del bambino. Detto questo, quale deve essere l’apporto ed il ruolo dei nonni?

    I nonni, oggi, hanno un ruolo di fondamentale importanza. Vero è, però, che questi devono essere in grado di svolgerlo con accortezza, stando attenti a non entrare in conflitto con le altre figure parentali, i genitori in primis. Insomma, le decisioni importanti che riguardano l’educazione e la crescita dei figli vanno prese dai genitori. I nonni, dal canto loro, devono attenersi rigorosamente a queste linee guida.

    Può altresì succedere che compaiano sentimenti di gelosia nei confronti dei nonni, la paura che il bambino, trascorrendo diverse ore con loro, si affezioni troppo. I nonni, quindi dovrebbero dimostrarsi sensibili anche rispetto a queste dinamiche e non creare situazioni ambigue, mettendo in cattiva luce i genitori. L’ideale è seguire una linea educativa comune, che sia dettata dai genitori, ascoltando anche i consigli dei nonni, che sicuramente hanno le loro esperienze da condividere.

    Anche nelle fasi di crescita e di gioco del bambino, poi, i nonni dovrebbero rimanere un pò in disparte, spronando la curiosità e l’evoluzione dei piccoli. Insomma, anche i nonni non devono diventare troppo apprensivi, così come non devono esserlo mamma e papà. I bambini hanno bisogno di guide, ma non di persone che facciano tutte le scelte al posto loro. Hanno bisogno di qualcuno a cui chiedere consiglio e che li faccia sentire sicuri, ma non di qualcuno da cui dipendono. Stimolare la crescita, anche per i nonni, significa proprio questo. Per qualsiasi dubbio, infine, anche i nonni dovrebbero sempre chiedere ai genitori.

    Ricordate tutti insieme di festeggiare la festa dei nonni!