Obesità infantile? Colpa delle infezioni all’orecchio

da , il

    Obesità infantile? Colpa delle infezioni all’orecchio

    L’obesità infantile, che negli ultimi anni sta diventando una vera e propria emergenza sociale (in Italia colpisce 1 bambino su 4) potrebbe essere ricondotta alle infezioni all’orecchio.

    I bambini che tendono a mangiare tanto e di conseguenza a ingrassare, infatti, non sentono il gusto dei cibi e questo sembrerebbe dipendere da infezioni all’orecchio. La scoperta viene dai ricercatori della Kyung Hee University di Seoul (Corea) che hanno rilevato come la maggior parte dei bambini in sovrappeso aveva sofferto in passato di otiti ripetute o croniche.

    Seppure sia stato individuato un nesso fra orecchio, papille gustative e aumento del peso non si è tuttavia ancora in grado di formulare una spiegazione scientifica. Gli scienziati coreani hanno ipotizzato che l’infezione dell’orecchio potrebbe danneggiare i nervi che conducono il segnale del gusto al cervello. Ma si tratta semplicemente di un’ipotesi; quello che invece appare come una certezza è che i bambini con questi problemi mangiano di più. E dal momento che l’obesità si sta diffondendo a macchia d’olio in tutte le società economicamente progredite e che l’otite risulta essere fra i malanni che con più frequenza colpiscono i bambini una relazione fra le due variabili appare più che probabile.

    In questo studio, il dottor Il Ho Shin e i colleghi hanno confrontato e analizzato il senso del gusto di 42 bambini con infezioni all’orecchio ricorrenti e croniche e altri 42 bambini sani. I partecipanti avevano un’età compresa tra i 3 e i 7 anni. Quello che è emerso subito evidente è che i bambini con le otiti croniche facevano molta fatica a distinguere i gusti: in particolare il dolce dal salato e anche l’intensità di questi. In più, non facevano distinzione tra il sapore amaro e quello aspro.

    Altro dato rilevante era che tutti i bambini con l’infezione all’orecchio pesavano più degli altri sani, e anche il loro Indice di Massa Corporea (BMI) era più alto.

    I risultati dello studio sono stati pubblicati su Archives of Otolaryngology – Head & Neck Surgery, tuttavia i ricercatori tengono a precisare che seppure i bambini afflitti da problemi all’orecchio risultano mediamente più grassi rispetto a quelli sani, lo studio non prova che le infezioni dell’orecchio facciano ingrassare le persone, ma che questa patologia possa disturbare proprio i segnali del gusto che viaggiano attraverso l’orecchio medio.