Organizzare un battesimo come un matrimonio

da , il

    Organizzare un battesimo come un matrimonio

    C’era una volta la wedding planner, l’organizzatrice di matrimoni che dall’America era sbarcata fino da noi per darci delle dritte in fatto di preparativi nuziali: abito, invitati, ristorante, catering. Prima erano delle cose che ognuno organizzava da sé, ma la vita moderna è diventata talmente complicata da richiedere una figura specializzata pure per scegliere i fiori che ci accompagneranno nel giorno del nostro matrimonio.

    Idea forse dura da accettare, almeno all’inizio, ma che ormai è entrata a far parte dell’immaginario collettivo tanto che in tutta Italia vengono organizzati corsi per wedding planner e sono molte le coppie a richiederne i servizi. Ma pare che oggi occorra affidarsi a dei professionisti pure per organizzare il battesimo del proprio pargoletto.

    Parola di Diana Da Ros, event planner milanese che ai microfoni di Verissimo ha dichiarato: ‘Organizzare un battesimo è, per certi aspetti, molto simile all’organizzare un matrimonio. Bisogna però ricordarsi di non esagerare‘. Ma affidarsi ad un professionista per festeggiare il battesimo di un bimbo non rappresenta forse già un’esagerazione? Magari sì, ma qualora decideste di cavalcare la moda leggete bene come si procede.

    La prima cosa da fare è la progettazione dell’invito. Poi bisogna scegliere i confetti. Oltre al classico rosa e azzurro stanno prendendo piede anche il giallino e il verdino. Ma se si vuole rimanere sul tradizionale, ci si può sbizzarrire con le forme. Molto belli sono i confetti a cuoricino‘. Fa sapere Diana Da Ros.

    Altro tema le bomboniere. ‘Qui le possibilità sono davvero infinite – continua la event planner – Anche se bisogna dire che in questi ultimi anni stanno andando moltissimo le bomboniere solidali per aiutare i bambini meno fortunati‘.

    E la torta? Se volete stupire gli ospiti assolutamente di moda sono le mini-cake, vere e proprie opere d’arte.

    La event planner ha anche stilato una lista delle cose da fare e da ricordare per organizzare la festa al meglio, senza lasciare nulla al caso. 15 i punti fondamentali da tenere a mente:

    1) scegliere la data e verificare la disponibilità della chiesa

    2) lista degli invitati

    3) scegliere madrina e padrino

    4) scegliere location per il rinfresco

    5) inviti

    6) menù

    7) torta

    8 ) allestimento floreale

    9) fotografo/video

    10) bomboniere

    11) regalo per madrina e padrino

    12) segnaposto

    13) guestbook

    14) babysitter

    15) intrattenimento per gli ospiti

    Ricercatezza, stile, buon gusto e originalità. Queste le parole chiave per realizzare l’evento in maniera memorabile. Un giorno da ricordare per tutta la vita. Proprio per questo i consigli di una esperta potrebbero agevolare moltissimo i genitori, soprattutto quelli indaffarati, presi da mille impegni e che non hanno tanto tempo da dedicare all’organizzazione.

    Eppure, ha detto Diana Da Ros: ‘bisogna ammettere che in Italia sono ancora poche le persone che si rivolgono ad una event planner per organizzare un battesimo. E’ una tendenza che arriva dall’America e che sta prendendo piede mano mano anche in Europa‘.

    Che dire? A momenti ci serviremo di una event planner anche per organizzare una partita di poker con le amiche, così non correremo mai il rischio di dimenticare le carte!