Poesie e filastrocche sulla pace per bambini

da , il

    Poesie e filastrocche sulla pace per bambini

    Le poesie e le filastrocche sulla pace per i bambini sono tantissime! Se avete voglia di recitare un componimento in rima con i più piccoli, quindi, non avete che da scegliere. Del resto, i bimbi amano particolarmente recitare piccole poesie e filastrocche in versi perché in questo modo imparano anche a parlare meglio e a scandire nuovi termini. Il tema della pace, poi, è prezioso e caro anche ai grandi, da sempre. Scegliete, quindi, le poesie più belle e le filastrocche più divertenti da recitare con i bambini della scuola dell’infanzia e della scuola primaria. Tra queste, anche le poesie in rima di Gianni Rodari, un autore apprezzato dai bambini di tutti i tempi!

    Poesie sulla pace per bambini

    Le poesie dedicate ai temi sociali sono un modo per insegnare ai bambini dei concetti importantissimi. La pace è un valore e le poesie sulla pace sono un “veicolo”. Scegliete quella che vi piace di più e, magari, proponetela ai piccoli insieme alle poesie per i bambini sul razzismo.

    Verrà un giorno

    (di Jorge Carrera Andrade)

    Verrà un giorno più puro degli altri:

    scoppierà la pace sulla terra

    come un sole di cristallo.

    Una luce nuova

    avvolgerà le cose.

    Gli uomini canteranno per le strade

    ormai liberi dalla morte menzognera.

    Il frumento crescerà sui resti

    delle armi distrutte

    e nessuno verserà

    il sangue del fratello.

    Il mondo apparterrà alle fonti

    e alle spighe che imporranno il loro impero

    di abbondanza e freschezza senza frontiere.

    Arcobaleno universale

    Non m’importa il colore,

    non m’importa il Dio in cui credi,

    non m’importa se uomo o donna,

    credo nelle vostre anime,

    credo nelle volontà umane,

    credo nella forza che ci unisce,

    amo con tutto me stesso la tua diversità che ti fa unico,

    amo con tutto me stesso chi crede ancora alla verità,

    amo con tutto me stesso chi mi ha reso felice.

    LA PACE E’…

    La pace è…

    Un pensiero libero

    Un prato fiorito

    Un cielo aperto

    Un mare limpido

    Un bambino che gioca.

    La pace è

    La speranza di vivere.

    Guerra o Pace?

    G come guerra

    U come urla

    E come esercito

    R come rabbia

    R come rumori di sirene

    A come aridi deserti.

    P come persone felici

    A come amore infinito

    C come cielo azzurro

    E come entrata di pace

    Pace

    (di Francesca Stragà)

    Pace,

    un arcobaleno di gioia,

    diffonde la luce,

    in un cielo di cupe verità,

    colomba di speranza.

    Pace, un fiore,

    che dona profumo d’amore,

    al cuore di chi la cerca.

    Pace,

    bacino di acqua, limpida e armoniosa,

    tranquilla e lieve.

    Ma ecco, un ondata di odio

    La sommerge…

    Ma la pace,

    nell’onda di urla strazianti,

    sopravvive, aspetta

    Un giorno arriverà…

    Nel sorriso di un bambino,

    nel sole che fa capolino,

    in un bocciuolo coperto di rugiada,

    nell’aria fresca del mattino.

    Filastrocche sulla pace per bambini

    Le filastrocche sulla pace sono particolarmente indicate per i bambini, perchè in rima. Recitandole i piccoli familiarizzano con i suoni di ciascuna vocale o consonante. Proponetele ai piccoli insieme alle altre filastrocche per bambini per il primo giorno di scuola!

    Filastrocca della pace

    (di Gabriele C. di Ancona)

    Un giorno un bimbo chiese alla terra :

    saresti felice senza più guerra ?

    La terra rispose a quel bimbo buono :

    ma chi potrà mai farmi un tal dono?

    Forse un po’ anch’io, il bimbo rispose,

    ridendo alla vita, apprezzando le cose,

    prendendo la mano di chi mi ha ferito,

    stringendola a me e chiamandolo amico.

    Le preghiere dei bambini

    (di Bertold Brecht)

    Non brucino più interi quartieri.

    Non si vedano più bombardieri.

    La notte sia per dormire.

    Si cancelli la parola punire.

    Le madri non debbano piangere.

    Nessuno più debba amazzare.

    Che ognuno possa

    qualcosa creare.

    Che di tutti ci si possa fidare.

    Che i giovani ottengano

    tutto questo,

    e anche i vecchi……ma presto.

    Voglia di pace

    (di Elio Giacone)

    Le voci dei bimbi

    il vento raccoglie

    e poi le sparpaglia tra i rami

    e le foglie di alberi antichi,

    che sanno ascoltare

    le cose che dici

    per poi raccontarle,

    giù… giù… nel profondo

    al Cuore che batte

    al centro del mondo.

    Se un bimbo sorride,

    sorride anche il Cuore

    ed ecco spuntare

    in un prato un bel fiore.

    Se un bimbo è felice,

    il Cuore è contento

    e nascon farfalle

    che danzan col vento.

    Ma, a volte, le risa

    diventano pianti:

    le lacrime scendono,

    calde e pesanti,

    colpiscon la Terra

    che trema, impaurita,

    vedendo la morte

    mischiarsi alla vita.

    Ossezia, Israele,

    Iraq, Palestina…

    tra bombe e fucili

    la morte cammina,

    portando con sé

    ceceni, afghani

    e tanti, tantissimi bimbi!

    Bombardano, sparano

    e parlan di pace,

    al Cuore del mondo

    ‘sta cosa non piace:

    ‘Se di odio e violenza

    riempite la Terra,

    non siate bugiardi:

    chiamatela guerra!

    La pace è sorridere,

    darsi la mano,

    dormire tranquilli,

    guardare lontano

    e in fondo vedere,

    nel cielo sereno,

    i sette colori dell’arcobaleno

    Soltanto se spargi

    la voglia di amare

    il vento sorride

    e può allora portare

    agli alberi antichi

    e alle loro radici

    le voci ed i sogni

    di bimbi felici!

    Girotondo

    (di Franca Corbelli)

    Vorrei con tutti i bambini del mondo

    far un allegro e bel girotondo,

    vorrei poter dar contento la mano

    a chi è vicino e a chi è lontano.

    E sempre insieme cantare,

    prima di mettersi a studiare.

    Ci vuol poco per stare in allegria

    tutti quanti in compagnia.

    Ci vuol poco per essere felici

    e dappertutto avere tanti amici.

    La filastrocca del paese

    C’è un paese in capo al mondo

    dove esiste un girotondo

    di persone e di colori

    mai nessuno ne sta fuori.

    Gira gira il girotondo

    nel paese in capo al mondo

    per portare gioia e amore

    alla gente di ogni colore.