Ragazza alla pari, baby sitter madrelingua per i bambini

da , il

    Ragazza alla pari, baby sitter madrelingua per i bambini

    Prendere o no la baby sitter? Alcune volte sarebbe davvero necessario, se abbiamo voglia di uscire con il nostro compagno e lasciare i pargoli a casa, sarebbe fondamentale. In linea di massima, l’ideale sarebbe avere una persona in casa a disposizione dei bambini almeno una o due volte a settimana, anche di sera, che possa occuparsi della cena per i piccoli e di addormentarli per permettervi di uscire in tranquillità. Una soluzione, che oltre a farvi comodo può anche essere utile per far imparare una lingua straniera ai bambini, è scegliere di ospitare in casa una ragazza alla pari.

    Le ragazze alla pari hanno tra i 18 e i 30 anni e non hanno competenze specifiche in baby sitting o pulizie della casa e non vengono chiamate specificamente per far questo. Invitare a stare in casa una ragazza dall’estero vuol dire poter usufruire di un aiuto con i bambini, quando voi avete voglia di uscire, ma anche rispettare gli impegni della ragazza che ospitate.

    Questo ha degli aspetti positivi e degli aspetti negativi infatti avrete di certo una ragazza sveglia davanti a voi, che avrà deciso di allontanarsi da casa per fare un’esperienza da sola in un paese straniero, inizialmente forse non conoscerà neanche la lingua quindi dovrà avere il tempo per frequentare dei corsi specifici.

    I lavori quotidiani della ragazza alla pari consistono nell’occuparsi dei bambini e nei lavori domestici leggeri. I lavori domestici comprendono tutti i lavori in relazione ai bambini della famiglia, cioè mettere in ordine le stanze dei bambini, preparare i pasti per i bambini, fare il bucato e stirare la biancheria dei bambini e così via.

    In cambio del suo lavoro, la ragazza o il ragazzo alla pari riceverà:

    - alloggio gratis in una stanza singola di 9 metri quadrati minimo, arredata dove c’è la luce del giorno e che dispone di finestre che si aprono e di un riscaldamento

    - vitto gratis uguale a quello di tutti gli altri membri adulti della famiglia, ivi compreso la partecipazione a tutti i pasti e accesso libero al frigorifero della famiglia.

    - una paghetta a seconda le usanze del paese dove lavora, in ogni caso 60 euro minimo alla settimana.

    Per tutte le informazioni potete affidarvi all’Agenzia Au pair World, che fa da tramite tra le ragazze che si offrono, provenienti da tutto il mondo, e le famiglie alla ricerca di un’esperienza di questo genere.

    Una scelta di questo tipo, oltre ad essere in alcuni casi più conveniente dell’avere una baby sitter a tempo pieno, darebbe modo anche ai vostri bambini di imparare una lingua straniera.