Si può fare il bagno in gravidanza?

da , il

    Si può fare il bagno in gravidanza?

    Si può fare il bagno in gravidanza? Molte donne in dolce attesa si fanno domande all’apparenza banali ma che, per loro, rappresentano piccoli e grandi crucci da risolvere quotidianamente. Con l’arrivo della bella stagione, in particolare, ci si chiede se ci si possa esporre al sole senza rischi, se si possa fare il bagno al mare o in piscina e se si debba adottare qualche precauzione per il corretto sviluppo del feto. Va premesso, che stare in spiaggia in gravidanza non è controindicato. Anzi, esporsi al sole nei nove mesi aiuta la sintesi della vitamina D, indispensabile al corretto sviluppo delle ossa del bebè. Ma, al di là di questo, si può fare il bagno in gravidanza?

    Fare il bagno al mare

    E’ possibile fare il bagno al mare con il pancione? Ecco il primo interrogativo, cui può darsi una risposta assolutamente positiva. Non c’è nessuna controindicazione, infatti, nel fare il bagno al mare durante la gestazione. Anzi. Fare delle nuotate (senza esagerare per non affaticarsi troppo) permette alle donne in attesa di mantenersi in forma e non accumulare troppi chili in più. In acqua, poi, si alleggerisce la pressione esercitata dal peso del pancione sul nervo sciatico. Particolarmente consigliate anche le passeggiate in acqua (con le gambe immerse fino alle ginocchia) o lungo il bagnasciuga (anche in questi casi senza affaticarsi eccessivamente ed evitando le ore più calde della giornata). Camminare in acqua o lungo il bagnasciuga, infatti, consente alle donne in attesa di riattivare la circolazione, tonificarsi e contrastare la comparsa di inestetismi quali la ritenzione idrica e la buccia d’arancia (che tendono a manifestarsi nei nove mesi).

    Fare il bagno in piscina

    Anche fare il bagno in piscina in gravidanza non è controindicato. Anzi, ormai sono tante le piscine che (non solo d’estate) organizzano dei corsi di ginnastica in acqua per donne in attesa. Anche in questo caso, però, non bisogna affaticarsi eccessivamente ed è necessario adottare tutte quelle regole per esporsi correttamente al sole. Fondamentale, dunque, l’utilizzo di una crema solare protettiva (anche quando si è già abbronzate), da applicare almeno 30 minuti prima di esporsi al sole in piscina. Ricordate anche di non mantenere indosso il costume bagnato per molto tempo perché, così facendo, aumenta il rischio di infezioni vaginali, come la candida albicans (più frequente in gravidanza).

    Fare il bagno alle terme

    Anche fare il bagno alle terme non è del tutto da sconsigliarsi, ma è necessario adottare alcuni accorgimenti anche in questo caso. Le terme hanno un effetto rilassante per la psiche, quindi anche le donne in dolce attesa possono fruire di questo effetto benefico. Meglio evitare, però, alcuni trattamenti termali particolari (soprattutto nei primi e negli ultimi mesi) e, anzi, meglio optare per pacchetti benessere indicati in gravidanza. Inoltre, le terme andrebbero evitate se si soffre di pressione troppo alta o bassa, quando c’è il pericolo di una gravidanza a rischio e quando si è contratta un’infezione vaginale (perché le acque termali potrebbero renderla più aggressiva). Al di là di queste avvertenze, non c’è alcun rischio particolare nel fare il bagno in gravidanza alle terme. Per qualsiasi altro dubbio, chiedete al vostro ginecologo.