Sids: prevenzione della morte in culla

da , il

    Sids: prevenzione della morte in culla

    La prevenzione della Sids, la morte in culla, è una delle prime cose che insegnano alle future mamme durante il corso di preparazione al parto. Si tratta della morte del neonato durante il sonno che è, secondo le statistiche, una delle cause più diffuse di morte di bambini al disotto dei 12 mesi di vita. A questo proposito ricercatori di tutto il mondo si sono impegnati a capirne le cause ed a trovare dei modi per prevenire questo male tremendo per il bambino ma soprattutto per i neo genitori. Delle precauzioni da prendere ci sono, gli studi sono andati molto avanti e le morti in culla sembrano diminuire notevolmente.

    La Sids consisterebbe nell’abbassamento improvviso della temperatura corporea del neonato e del crollo della frequenza cardiaca, il tutto avverrebbe in pochi minuti, le cause potrebbero trovarsi in un difetto congenito, un malfunzionamento da parte di un ‘interruttore’ naturale che agisce su un importante neurotrasmettitore, la serotonina, che sarebbe difettoso alla nascita e provocherebbe dei ritardi di connessione tra neuroni.

    Esistono però delle regole da seguire che sempre secondo gli esperti sarebbero capaci di ridurre in maniera significativa il rischio di SIDS nel lattante, eccole:

    • 1. Nei primi mesi di vita posizionare sempre il bambino a pancia in su, sia durante il riposino diurno sia durante il riposo notturno. Questa posizione è la più sicura, e va ottenuta ogni volta che il bambino dorme. Non farlo dormire a pancia sotto né sul fianco.
    • 2. Fare dormire il bambino su materassi rigidi. Non utilizzare cuscini, coperte, piumoni o altre superfici morbide ingombranti almeno fino ai 6 mesi di vita.
    • 3. Tenere oggetti soffici, giochi, biancheria sfusa fuori dal letto del bambino.
    • 4. Fare dormire il bambino nella stanza ma non nel letto matrimoniale o con i suoi fratelli. Mettere sempre il bambino nel suo letto dopo l’allattamento.
    • 5. Non coprire eccessivamente il bambino durante il sonno, non avvolgerlo stretto nella coperta. Vestire il bambino con indumenti leggeri. La temperatura della stanza deve essere confortevole come per l’adulto (la temperatura ideale è 18-20° C).
    • 6. Se ha la febbre può aver bisogno di essere coperto di meno, mai di più.
    • 7. Non permettere a nessuno di fumare vicino al bambino. La mamma non deve fumare prima e dopo la nascita del bambino, e non bisogna permettere ad altri di farlo. Non tenere il bambino in ambienti dove si fuma o si è fumato.
    • 8. Si può usare il succhiotto durante il sonno, tuttavia è importante introdurlo dopo il primo mese di vita e sospenderlo entro l’anno. Non forzare il bambino se lo rifiuta. Se il bambino durante la notte perde il ciuccio non va reintrodotto. Evitare sempre sostanze edulcoranti in cui intingere il ciuccio. Il succhiotto scelto deve essere ortodonticamente adeguato all’età del bambino, con una mascherina rigida e di forma anatomica, conforme alla norma di sicurezza Europea EN 1400, garantita da apposito riferimento sulla confezione.
    • 9. E’ controindicato utilizzare prodotti che vengono pubblicizzati per monitorare il sonno del vostro bambino, in quanto si sono dimostrati di scarsa efficacia e sicurezza.
    • 10. L’allattamento al seno è importante: il latte materno è il migliore alimento. Fare tutto il possibile per allattare il bambino al seno.

    Per qualsiasi informazione rivolgetevi al consultorio familiare o pediatrico più vicino a casa vostra.

    L’immagine sopra è di Sergio Stanio.