Valgismo nei bambini: sintomi, cura e rimedi

da , il

    Valgismo nei bambini: sintomi, cura e rimedi

    Valgismo nei bambini: sintomi, cura e rimedi, quali sono? Sono tanti i bambini che soffrono di valgismo, o gambe “storte” o a “X”. Si tratta di un disturbo che può provocare anche disagi estetici e psicologici, specie quando ad esserne colpite sono le bambine. Il ginocchio valgo, però, può essere trattato in età infantile con alcuni esercizi e rimedi specifici. Ma quali sono i sintomi e la cura per il ginocchio valgo nei bambini?

    Sintomi

    Si parla di valgismo quando l’asse posturale della gamba tende a deviare verso l’interno, portando le ginocchia ad avvicinarsi l’una all’altra. Si tratta di un problema asintomatico che per questo viene scoperto dai genitori solo quando è già abbastanza accentuato. E’, comunque, un problema che andrebbe trattato, per far sì che i bambini camminino in maniera corretta e non subiscano alterazioni della postura o altre problematiche (come il piede piatto).

    Cause

    Ancora non sono del tutto chiare le cause del valgismo, ma gli ortopedici ritengono che il problema sia dovuto ai legamenti ancora troppo morbidi, che non riescono a sostenere la postura corretta della gamba. Infine, anche il soprappeso e l’obesità possono contribuire ad un’accentuazione del problema. Per una diagnosi tempestiva del ginocchio valgo, invece, si consiglia di effettuare dei controlli ortopedici già intorno ai 2 o 3 anni.

    Rimedi e cura

    Quali rimedi adottare in caso di valgismo nei bambini? Per quanto riguarda il valgismo leggero, in genere, non vengono prescritte cure specifiche. In questi casi, gli ortopedici, consigliano semplicemente di utilizzare scarpe a pianta larga e camminare scalzi il più possibile. Nei casi importanti, invece, si può intervenire con l’uso di plantari specifici da inserire nelle scarpe. Solo nei casi particolarmente gravi, infine, quando la deambulazione è fortemente compromessa, potrebbe essere necessario un intervento chirurgico (che comunque non viene praticato prima dei 10 anni). In ogni caso, poi, è consigliata l’attività fisica; gli sport più indicati in questi casi sono quelli che sollecitano la parte posteriore del piede come la pallavolo, il basket e la danza. In alternativa, si possono far praticare al bambino alcuni esercizi mirati, consigliati dall’ortopedico o dal fisioterapista.