Collezione abiti da sposa 2014 Pnina Tornai: corsetto, che passione! [FOTO]

da , il

    Pnina Tornai ha presentato la sua collezione 2014 di abiti da sposa, che mette in risalto i punti di forza di questa stilista israeliana. Pnina Tornai non ha mai nascosto la sua passione per i corsetti d’epoca, quelli rigidi e chiusi da lacci strettissimi, che tanto andavano nel XVIII e XIX secolo. Anche in questa serie di capi troviamo infatti il particolarissimo indumento, impreziosito da ricami e applicazioni scintillanti, abbinato a delle gonne ampie e voluminose. Il marchio mescola alla perfezione passato e presente, facendo rivivere elementi della tradizione storica con una rivisitazione tutta moderna.

    Abiti da sposa 2014 Pnina Tornai: i modelli

    Il modello classico di Pnina Tornai è il ballgown con corsetto stretto e gonna ampia, che abbiamo visto domina pure la collezione 2014 di Amelia Casablanca. Anche qui troviamo questa tipologia di abito, tanto cara alla stilista israeliana. I corsetti sono lavorati fin nei minimi dettagli e ricorrono in varie forme e composizioni: scolli dritti si alternano a quelli a cuore, anche molto ampi, mentre per i materiali si va dal romanticissimo pizzo ricamato al satin drappeggiato, passando per il tulle velato. Quest’ultimo tipo è un po’ il marchio di fabbrica di Pnina Tornai, che ama creare dei corsetti quasi trasparenti, con le stecche e la pelle in vista.

    Tra gli altri vestiti della collezioni si distinguono alcuni modelli a sirena, estremamente fascianti e accompagnati da code o strascichi in tulle.

    Da segnalare anche un capo con gonna lunga sopra la caviglia, in cui la stilista gioca con le volumetrie alternando diversi strati di tessuto e tagliandoli a formare dei triangoli di varie dimensioni.

    Abiti da sposa 2014 Pnina Tornai: i dettagli

    Pnina Tornai è nota per la cura che mette nei dettagli ed è famosa per determinati tipi di decorazioni a cui ricorre sui suoi capi. Innanzitutto nelle sue collezioni non mancano mai i cristalli, meglio se svarovski, o anche dei più generici punti di luce. La stilista ama disseminare i propri capi di elementi luminosi, magari andando a ornare i bordi dei suoi preziosi corsetti. Non mancano mai nemmeno le applicazioni in tessuto, lavorato in modo da formare fiocchi e fiori di ogni forma e grandezza, così come si predilige il pizzo ricamato e i drappeggi.

    Per i tessuti la stilista si affida al morbido satin per gli abiti più avvolgenti, mentre per i ballgown alterna organza, pizzo e tulle. Riguardo ai colori, il bianco regna incontrastato.

    Pnina Tornai dice sempre che nei suoi lavori ama raggiungere il giusto compromesso tra tradizione e femminilità e anche con questa collezione ci è riuscita perfettamente.