Credenze popolari sul matrimonio

da , il

    Credenze popolari sul matrimonio

    Il matrimonio, uno dei giorni più belli della nostra vita in cui saremo principesse per 24 ore, saremo le prime donne, le più amate e le più belle. Un giorno felice e unico … che potrebbe però essere messo a repentaglio da una delle tante superstizioni ad esso legate. Ovviamente scherzo, le credenze legate al matrimonio sono talmente tante che se dovessimo rispettarle tutte sarebbe meglio decidere di non sposarsi, in ogni caso meglio conoscerle, poi potremo decidere per quali fare finta di niente e quali invece vale la pena seguire. Dopo il salto tutte le tradizionali superstizioni legate alle nozze.

    Tutto quello che si deve fare per il matrimonio

    La sposa:

    - Secondo una tradizione inglese la sposa dovrebbe indossare: qualcosa di vecchio, qualcosa di nuovo, qualcosa di prestato, qualcosa di azzurro, qualcosa di regalato e un capo rosso di biancheria intima. Chiedere in prestito qualcosa significa far partecipare strettamente alla cerimonia una persona cara; gli oggetti nuovo e vecchio simboleggiano il passaggio dalla fanciullezza alla nuova condizione di donna sposata; l’oggetto blu ricorda l’uso ebraico di ornare le spose con un nastro appunto blu, segno di fedeltà, purezza e amore; qualcosa di regalato, simboleggia la ricchezza. L’uso tipicamente italiano di indossare un capo di biancheria rosso sotto il bianco dell’abito rimanda alla tradizione del Capodanno, e si fa per buon augurio.

    - Il lancio del bouquet al termine della cerimonia. La sposa con le spalle rivolte verso un gruppo di amiche nubili presenti alla cerimonia, lancia il suo bouquet. Per la ragazza che riesce ad afferrarlo, rappresenta l’augurio che possa ricevere presto una richiesta di matrimonio.

    - Indossare un velo già usato da una sposa felice. Si dice infatti che la felicità e la fertilità dell’altra donna passa insieme al velo alla nuova sposa.

    - E’ buon segno se la sposa scopre un ragno nascosto dentro le pieghe del vestito e o se si sveglia il mattino del matrimonio al canto degli uccelli e se il letto nuziale viene fatto da due giovani ragazze vergini.

    - Quando la sposa esce da casa sua per recarsi in Chiesa o in Comune deve mettere davanti prima il piede destro.

    Lo sposo:

    - Un gesto bene augurante è offrire una spiga di grano alla sposa alla fine del rito. La terra e la donna sono unite da una fortissima analogia: come la terra arata germoglia dopo aver ricevuto i chicchi di grano, così alla donna viene affidato con il matrimonio il grande compito di essere presente nella vita dell’uomo.

    - Lo sposo deve prendere tra le braccia la sposa quando si varca per la prima volta la soglia della casa coniugale, è una tradizione che viene dall’Antica Roma. Si ricorreva a questo per evitare che, nell’emozione del momento, la sposa potesse inciampare sulla porta: un presagio infausto perché significava che le divinità della casa non la volevano accogliere.

    - Lo sposo deve entrare per primo in Chiesa e sarà accompagnato all’altare dalla madre o da una donna della sua famiglia.

    - Lo sposo deve far arrivare il bouquet alla sposa il mattino della cerimonia.

    - Lo sposo deve avere tre grani di sale nella tasca sinistra della giacca.

    - E’ lo sposo che deve stappare la prima bottiglia di champagne, avendo cura di colpire con il tappo uno scapolo che, così, incontrerà l’anima gemella entro l’anno.

    Tutto quello che ‘non’ si deve fare per il matrimonio

    - Lo sposo che è uscito di casa per recarsi in chiesa per nessun motivo deve tornare indietro: ecco perché deve essere in compagnia di un amico o un testimone.

    - Gli sposi non devono vedersi né parlarsi il giorno precedente e quello del matrimonio prima dell’incontro in chiesa o in comune.

    - Carlo e Diana la mattina delle loro nozze fecero colazione insieme, è vietatissimo!

    - Se durante la cerimonia cade una fede, per scongiurare il litigio tra i due sposi nessuno degli sposi o degli invitati deve chinarsi a raccoglierla, deve farlo il prete o l’ufficiale di stato civile.

    - Porta sfortuna acquistare nello stesso momento l’anello di fidanzamento e le fedi nuziali che non vanno messe al dito prima della celebrazione del matrimonio.

    - Non si deve dormire nella casa coniugale la notte prima del matrimonio.

    - Vietato per lo sposo vedere l’abito della sposa prima della celebrazione. Alla sposa invece è proibito guardarsi allo specchio con il vestito da sposa il giorno del matrimonio. Se proprio non si resiste si può farlo ma togliendo una scarpa, un orecchino o un guanto.

    - La sposa non dovrebbe piangere prima del matrimonio, ma può farlo quanto vuole dopo.