William e Kate vincono la sfida contro Alberto di Monaco per il matrimonio dell’anno

da , il

    William e Kate vincono la sfida contro Alberto di Monaco per il matrimonio dell’anno

    Un sito internet specializzato nei matrimoni e molto conosciuto in Italia ha realizzato un sondaggio fra le utenti del suo sito in cui, prendendo spunto dai due matrimoni dell’anno, quello fra William d’Inghilterra e Kate Middleton e quello di Alberto II di Monaco e Charlene Wittstock, ha scoperto quale è il punto di vista delle ragazze italiane su argomenti quali il fidanzamento, il matrimonio, i figli. Per le utenti di questo sito prima di sposarsi è consigliabile un fidanzamento lungo, come quello avvenuto per William & Kate.

    Infatti il 66,7% ritiene che questa scelta sia fondamentale, e che prima di convolare a giuste nozze sia giusto aspettare tra uno e tre anni (49,6%) ma anche più di tre anni (46,7%), anche se magari non dieci come quelli trascorsi per Kate prima di convolare a nozze. Le differenze fra i due sposi, e le due coppie, sono state lo spunto per chiederse loro anche quale ruolo possano giocare l’età più matura e i figli avuti in precedenza nel matrimonio di coppie come quella che formeranno Charlene e Alberto, che ha già all’attivo due figli, e sale all’altare a 53 anni.

    A tal proposito, poche ritengono che sposarsi in età più adulta, come accadrà per la coppia reale monegasca, sia una garanzia di successo dell’unione (7%); per il 30% e’ un fattore che può aiutare una lunga durata delle nozze, mentre per il restante 63% l’importante è sposarsi, ‘meglio tardi che mai’, senza badare all’età.

    Charlene e Alberto dovranno anche affrontare la sfida della famiglia allargata, che dovrà accogliere i figli avuti dal principe prima del matrimonio. E proprio la presenza di figli potrebbe far sorgere problemi. Il 24% delle donne ritiene che non riuscirebbe ad avere una relazione con una persona che abbia già figli; il 55% ritiene che potrebbe essere un problema, anche se l’amore supera tutto; e solo per un 21% la presenza di figli non costituirebbe alcun ostacolo.

    Queste opinioni sono confermate trasversalmente dalle utenti di tutte le regioni d’Italia: solo sulla lunghezza del fidanzamento si registrano delle differenze, perché al Sud prevale l’opinione di chi ritiene si debbano attendere almeno tre anni per sposarsi (51,2%), mentre al Nord e al Centro una attesa fra 1 e 3 anni è considerata sufficiente da oltre il 50% del campione.

    Su una cosa, comunque, tutte le donne sono praticamente d’accordo: il principe azzurro che si salverebbe in un ipotetico gioco della torre fra le due teste coronate è senz’altro William, preferito da ben l’87% delle utenti di tutta Italia.