Collezione Lanvin Autunno-Inverno 2012-2013

da , il

    Si chiude la terza giornata della moda di Parigi con la sfilata della collezione Lanvin autunno/inverno 2012-2013. Alber Elbaz festeggia i primi 10 anni alla guida della maison e lo fa presentando una collezione favolosa. Finalmente un po’ di colore in quel di Parigi! Abiti monocolore, impreziositi da volants e rouches, lasciano spazio prima al total black poi a un trionfo di capi preziosi. Pietre, perline e decorazioni in oro chiudono la sfilata della prossima collezione Lanvin. E per finire ancora creazioni coloratissime, abbinamenti chic e stampe.

    Quando ieri abbiamo commentato la collezione, un po’ sottotono, di Dior abbiamo pensato che forse questa Parigi non sarebbe stata poi così bella. Certo, manca ancora Karl Lagerfeld per Chanel, Vuitton e Valentino, ma eravamo un po’ rassegnate. Per fortuna è arrivato Alber Elbaz e la sua collezione adatta a tutte, a qualsiasi occasione, colorata, preziosa, brillante, frizzante, che ha riacceso speranza e fashion soul.

    La sfilata della collezione Lanvin autunno/inverno 2012-2013 parte con calma, con abiti monocolore. Ora un vestito arancione, ora un completo verde bosco, ora uno viola e ci ha ricordato, inizialmente, la sfilata della collezione Blumarine autunno/inverno 2011-2013 Blumarine, presentata durante la scorsa edizione della Milano Moda donna.

    D’un tratto tutto cambia, e se prima eravamo immerse nei colori più accesi possibili, in un attimo siamo sprofondate nel profondo nero. Capi in velluto, fusciacche stringivita, gonne a ruota, tutto all black.

    Un attimo dopo si cambia di nuovo. In scena compaiono diverse proposte decorate con pietre preziose, orpelli e lavorazioni in oro. Rouches e volants sono il filo conduttore dell’intera collezione.

    Infine si torna al colore ma questa volta Lanvin propone abbinamenti forti, il turchese si sposa con il viola e con il bianco, il rosso va con il nero e il grigio, il corallo con il giallo, bianco e turchese che a sua volta va di pari passo con abiti di pizzo nero e nude. Anche i tessuti cambiano e sono presentati diversi capi impreziositi da pellicce per lo più colorate.

    Ai piedi le modelle calzano décolleté, tronchetti e stivaletti in pelle liscia nera. Le borse sono quadrate, piccoline da portare a mano o con tracolla. Non mancano però nemmeno le day bag. Vero accessorio must di questa sfilata è la testa di tigre che va a impreziosire le fusciacche stringivita.

    I gioielli appaiono forti e decisi nella seconda parte della sfilata, anche questi colorati.

    Alber Elbaz festeggia al meglio questi primi 10 anni con la maison Lanvin. A questo punto ce ne auguriamo altri 10 e 10 ancora e ancora. La sua creatività è cosa preziosa e gli rendiamo grazie per questa magnifica collezione. Era ora di vedere in passerella qualcosa di forte, deciso, colorato! Molto Lanvin, molto Alber ;)