Maschere da sci di Dolce & Gabbana

da , il

    Siete amanti della neve e avete tutto in coordinato per sciare belle e orgogliose nella vostra tutina all’ultimo grido? Ma anche a voi signorine che non siete affatto attrezzate per solcare il candido manto bianco mi sto rivolgendo. Voi le avete già le maschere da sci? Lo sapete che dovete riparare gli occhi, giusto? Non preoccupatevi troppo perché a voi hanno già pensato i maestri della moda italiana: Dolce&Gabbana. Dopo aver lanciato il packaging speciale di Natale per il make up, ora si apprestano a conquistare le piste da sci.

    Per questa stagione invernale fatto di freddo, pioggia e neve, i due stilisti made in Italy hanno ben pensato di arricchire le uscite montane con un accessorio prezioso: la ski mask. Vi chiederete cosa avrà mai di speciale questa maschera da sci, ve lo dico subito: swaroski! Tanti e tanti cristalli swaroski colorati a impreziosire la ski mask di Dolce&Gabbana. Volete sapere quanti? Vi accontento subito, si tratta di ben 2.500 cristalli swaroski applicati a mano da artigiani orafi italiani. La ski mask fa parte della linea giovane di Dolce&Gabbana, è un accessorio gioiello e, mie care signore, come tutti gli accessori prestigiosi è ovviamente limited edition. Ogni ski mask riporta all’interno un codice seriale a garanzia dell’esclusività dell’accessorio indossato riportato su una placca di metallo posta sulla fascia elastica della maschera. I colori scelti per la swaroski ski mask di Dolce&Gabbana sono il blu, il rosso, l’oro e l’argento (come potrete ammirare nella fotogallery). Anche la scatola che la contiene è a dir poco esclusiva; realizzata in tessuto tecnico nero che richiama i cappotti trapuntati facenti parte sempre della linea giovane di Dolce&Gabbana.

    Fashion victimis da neve di tutto il mondo questa è l’occasione che stavate aspettando, questo è l’accessorio chic che non può mancare nella vostra mise da settimana bianca! Le preziosissime ski mask sono acquistabili in solo 4 degli store Dolce&Gabbana sparsi nel mondo: Londra, Parigi, New York e ovviamente Milano.

    Non mi dite che state ancora aspettando?!