NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Allergia al pelo del cane: sintomi e cosa fare

Allergia al pelo del cane: sintomi e cosa fare
da in Allergie, Salute
Ultimo aggiornamento:
    Allergia al pelo del cane: sintomi e cosa fare

    Quali sono i sintomi dell’allergia al pelo del cane? E, cosa fare in questi casi? Quando si acquista un animale domestico potrebbe accadere anche questo, cioè rendersi conto che si è allergici al pelo dell’animale. In questi casi la convivenza col nostro amico a quattro zampe può diventare davvero difficile, se non impossibile. Tra l’altro, l’allergia al pelo del cane, è una delle più diffuse, insieme a quella al pelo del gatto e del cavallo. Ma, cosa fare in questi casi?

    I sintomi dell’allergia al pelo del cane (anche nei bambini) sono facilmente riconoscibili. In questi casi, infatti, possono riscontrarsi: prurito al naso ed agli occhi, starnuti, naso che cola, difficoltà respiratorie, senso di malessere generale e stanchezza, ma anche crismi asmatiche e shock anafilattico. Questi sintomi sono generati dai peli caduti, dalle cellule di pelle morta, ma anche dalla forfora e dallo scolo di naso ed occhi. Inoltre i sintomi all’allergia al pelo del gatto possono peggiorare in alcuni periodi dell’anno, quando sono in azione altri allergeni, come il polline o le graminacee. Infine, va detto che l’allergia al pelo del cane si manifesta anche quando non si possiede direttamente un cane, ma si frequenta qualcuno che ne ha uno. Comunque, per capire se si tratta effettivamente di allergia al pelo del cane, è bene consultare un medico per sottoporsi agli esami diagnostici specifici.

    Quando si scopre di avere un’allergia al pelo del cane si pensa subito di allontanarlo da casa. Tuttavia, in questi casi, è possibile mettere in atto degli stratagemmi alternativi che permettono di evitare questa decisione drastica. Si consiglia, anzitutto, di curare bene la pulizia degli ambienti e l’igiene personale del cane.

    Meglio, quindi, lavare spesso i capi con i quali il cane entra in contatto e inibire l’accesso all’animale nelle stanze più a rischio, in particolare in camera da letto. Inoltre è bene passare periodicamente sul manto del cane un panno umido (dopo averlo spazzolato accuratamente) in modo da eliminare tutti i residui. Meglio anche lavare il cane almeno ogni quindici giorni per rimuovere la forfora che si deposita sulla pelle. Se i sintomi dovessero persistere, nonostante questi accorgimenti, il medico può prescrivere dei farmaci specifici, tra cui anche gli antistaminici (che alleviano i sintomi dell’allergia). In alternativa si possono acquistare i decongestionanti nasali in spray. Per prevenire i sintomi, comunque, sarebbe meglio collocare il cane all’esterno, magari in giardino. In questo modo la convivenza sarà più semplice. Infine, va sempre tenuto in conto il fatto che spesso si crede di essere allergici al pelo del cane, invece si soffre di allergia agli acari, che si depositano sul pelo e che può avere gli stessi sintomi.

    548

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AllergieSalute
    PIÙ POPOLARI